La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 17 giugno 2019

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Cuneo calcio, tra mercato, fideiussione e stadio

L'argentino Ferreyra vicino al Bolivar di La Paz, Borello torna al Crotone e passa al Rende. La società è alle prese con la scadenza per la fideiussione, mercoledì 9 in Comune si discute del nuovo stadio

La Guida - Cuneo calcio, tra mercato, fideiussione e stadio

Cuneo – Conclusa una prima parte di stagione caratterizzata da tante ottime prestazioni sul campo, con il 12° posto in classifica a pochi passi dai playoff e 6 punti di margine sui playout, il Cuneo è al lavoro per prepararsi alla seconda fase del campionato che riprenderà sabato 19 gennaio con l’anticipo in casa del Gozzano.

Mercato. Sul fronte mercato, il primo movimento di gennaio della società biancorossa è stata la conclusione dell’esperienza a Cuneo di Giuseppe Borello, rientrato al Crotone che lo ha nuovamente girato in prestito al Rende, sempre in Serie C. L’ex Primavera del Torino ha disputato 15 partite in questa prima parte di stagione con il Cuneo, segnando anche 2 gol, ed è stato protagonista di un ottimo avvio di campionato.

Vicino alla cessione anche il difensore centrale argentino Nicolas Ferreyra, 25 anni, ufficializzato tra i nuovi acquisti del Club Bolivar di La Paz, la società più titolata del calcio boliviano, semifinalista della Coppa Libertadores nel 2014, anche se per il momento il Cuneo non ha confermato la cessione. Ferreyra era arrivato a Cuneo a settembre, dopo le esperienze in Argentina (Belgrano) e Cile (Marco de Arica e Audax Italiano) e in maglia biancorossa ha disputato solo 8 partite, ma tutte di ottimo livello, l’ultima a inizio dicembre (nelle ultime sei partite non è più stato convocato).

 Il giocatore, però, si trova effettivamente a La Paz ed è considerato a tutti gli effetti parte della squadra boliviana che si prepara a disputare campionato e Copa Libertadores.

In uscita ci potrebbero essere anche alcuni giovani che non hanno trovato spazio nel corso della stagione, a iniziare dal portiere Domenico Coppola che nei sei mesi a Cuneo non ha mai trovato spazio e potrebbe rientrare al Torino.

Fideiussione e stadio. Fuori dal campo, restano invece e purtroppo ancora i problemi e le tante incertezze che accompagnano la nuova società dal momento del passaggio di consegne al vertice tra Marco Rosso e Roberto Lamanna, avvenuto a fine giugno. Dopo i 3 punti di penalizzazione già “incassati” per le inadempienze negli ultimi mesi della precedente gestione, e in attesa di quelli legati ai ritardi nei pagamenti nei primi due mesi dell’attuale proprietà, il Cuneo deve adesso far fronte alla scadenza del 17 gennaio entro cui presentare la fideiussione di 350.000 euro richiesta a inizio stagione e presentata dai biancorossi (e da alcune altre società) tramite la Finworld.

Queste fideiussioni erano state prima giudicate non valide dalla Figc (la Finworld non rientrava più tra gli istituti accreditati), poi accolte dal Tribunale Federale Nazionale, e infine nuovamente respinte dalla Corte federale d’appello, che lunedì ha reso note le motivazioni della decisione e ha concesso alle società interessate (Cuneo, Matera, Reggina e Pro Piacenza) 10 giorni di tempo per presentare una nuova garanzia fideiussoria di 350.000 euro. In caso contrario, è prevista una multa di 350.000 euro e 8 punti di penalizzazione, una “stangata” che di fatto comprometterebbe il cammino del Cuneo.

La palla passa adesso alla società, che già a fine settembre aveva comunicato di aver “ottenuto l’accettazione al rilascio della fidejussione da parte di un primario istituto bancario italiano”, ma poi evidentemente, non aveva dato seguito alla nuova fideiussione e aveva deciso di presentare ricorso. Adesso il tempo stringe ed è necessario fare le cose bene e in fretta.

Intanto, mercoledì 9 gennaio, alle 18 in Comune si riuniscono i componenti di tre commissioni consiliari per iniziare a discutere il progetto del nuovo stadio, alla presenza anche dei rappresentanti della società biancorossa: sarà l’occasione, forse, per sapere qualcosa di più delle intenzioni e dei progetti della società del patron Lamanna. Nel corso dell’incontro sarà presentato la prima idea di progetto sottoposto a dicembre dal Cuneo calcio al Comune e realizzato dalla Res on network, istituto di ricerca e sviluppo diretto da Marco Santarelli.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.