La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 15 ottobre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

“L’Alta Via del Sale è la “strada dell’amicizia”

Simbolica inaugurazione della riapertura dell'ex strada militare, aperta al pubblico con traffico regolato a pagamento. Dal mercoledì alla domenica possono transitare fino a 80 auto e 140 moto o quad

La Guida - “L’Alta Via del Sale è la “strada dell’amicizia”

Cuneo – Si è svolta giovedì 26 luglio una giornata-evento per presentare ad autorità e giornalisti l’Alta Via del Sale. L’iniziativa è stata organizzata dall’Atl del Cuneo per promuovere ulteriormente un percorso che rappresenta un’eccellenza, grazie ai suoi 60 chilometri (tratto Limone-Monesi, ma se ne possono esplorare di più) percorribili a piedi, in bicicletta, a cavallo e con i mezzi a motore (contingentati e a giorni prestabiliti). “Il nostro obiettivo – ha sottolineato il presidente dell’Atl, Mauro Bernardi – è quello di dare massima visibilità a questo itinerario che si inerpica oltre i 2.000 metri di quota regalando ai fruitori paesaggi mozzafiato”

Per il direttore dell’Atl,Paolo Bongioanni “l’Alta Via del Sale è un prodotto turistico unico nel suo genere che richiama, ogni anno, sempre più turisti da ogni parte d’Europa. Abbiamo voluto organizzare questo incontro per parlare di questo straordinario patrimonio di strade d’alta quota che collega i fortini di Limone Piemonte con la Valle delle Meraviglie e quindi con Sanremo e Ventimiglia. L’Alta Via del Sale rappresenta un prodotto turistico unico nel panorama europeo e può divenire il primo mattone per un “edificio turistico” tra Alpi e mare”.
All’evento hanno dunque partecipato autorità cuneesi, liguri e francesi. Jean-Pierre Vassallo, sindaco di Tende e Angelo Fruttero, sindaco di Limone Piemonte, hanno simbolicamente inaugurato il tracciato con un doppio taglio del nastro italo-francese.

“Non siamo né italiani, né francesi – ha dichiarato orgoglioso Vassallo – siamo transfrontalieri! L’Alta Via del Sale fu costruita per dividere i popoli d’Italia e Francia: si trattava infatti di una strada militare. Ecco, oggi tutti insieme la rinominiamo la “Strada dell’Amicizia”. Sindaci italiani e francesi, insieme, ogni anno si impegnano per la riapertura estiva di questo percorso che unisce e, per questo, può essere considerata una vera Strada Europea”.

 

L’apertura della Via del Sale

“L’Alta Via del Sale è aperta al pubblico – ha continuato il sindaco di Limone Piemonte, Angelo Fruttero – con traffico regolamentato e a pagamento. Il lunedì e il martedì la rotabile è chiusa ai mezzi a motore ed è a totale disposizione di ciclisti, escursionisti e cavalieri. Dal mercoledì alla domenica possono transitare fino ad 80 auto e fino a 140 moto o quad. Le auto pagano 15 euro per il transito, moto e quad 10 euro”.

Oltre al transito di turisti, l’Alta Via del Sale diventa in estate anche scenario di manifestazioni sportive quali la Transalp Experience 2018 da Limone Piemonte a Sanremo  in programma dal 31 agosto al 2 settembre prossimi, nell’ambito dell’e-bike festival organizzato da Limone On. “Quest’anno la Transalp vedrà una prima edizione in notturna riservata alle e-bike, percorribile a gruppi di due o tre biker con il solo ausilio del gps. Rimarrà invece invariata la Transalp diurna che si sdoppierà con percorso leggermente differenziato per e-bike e bici muscolari”, ha commentato Elio Bottero.

 

Il nutrito gruppo di amministratori e giornalisti, dopo la pedalata, ha raggiunto il rifugio Don Barbera al Colle dei Signori (Comune di Briga Alta), dove è stato accolto dal gestore Matteo Eula con polenta e piatti della tradizione culinaria piemontese e ligure.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.