La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 16 giugno 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

“Premio Ostana: scritture in lingua madre”: festa dedicata alla diversità linguistica 

Da venerdì 28 a domenica 30 giugno, nel consueto centro polifunzionale della borgata Miribrart 

Ostana

La Guida - “Premio Ostana: scritture in lingua madre”: festa dedicata alla diversità linguistica 
Da venerdì 28 a domenica 30 giugno 2024, nel consueto centro polifunzionale della borgata Miribrart, si celebrerà la 16^ edizione del “Premio Ostana: scritture in lingua madre”, un appuntamento con le lingue madri del mondo che ogni anno riunisce in questo minuscolo borgo dell’Alta Valle Po autori di lingua madre da tutto il mondo per una festa dedicata alla diversità linguistica nel mondo, ai diritti linguistici e alla biodiversità di cui le lingue sono portatrici storiche.
“Lo fuec es encà ros dessot la brasa…” (D. Anghilante – S. Sodano) è il motto che quest’anno accompagnerà il Premio, ed è tratto da un canto composto negli anni ‘70 che è stato uno degli elementi che hanno favorito il risveglio di coscienza e l’amore per la lingua d’oc di cui fino ad allora non si aveva grande consapevolezza.
L’Unesco ha riconosciuto la ricchezza da loro rappresentata proclamando il “Decennio Internazionale per le lingue indigene 2022-2032”: il “Premio Ostana” si è posto da subito nel solco dell’iniziativa e il suo valore è stato riconosciuto anche da importanti reti internazionali che si occupano della diversità linguistica e dal capo dello Stato Mattarella che nel 2018 ha conferito al Premio la Medaglia di rappresentanza del Presidente della Repubblica.
Nella sua storia il Premio ha dato voce finora a 88 autori di 47 lingue provenienti da tutti e 5 i continenti, consolidando una vera e propria rete internazionale di autori, appassionati e sostenitori della diversità linguistica che fanno di Ostana un appuntamento di riferimento in tutto il mondo.
Per questa ragione, in occasione della XVI edizione, il Premio inaugura il sito multilingue, nel quale si potranno trovare i contenuti informativi anche in lingua inglese. Per la XVI edizione, per la prima volta, il Premio Ostana 2024 avrà una canzone-inno. Il motto della XVI edizione del Premio Ostana è stato tratto da “Lo fuec es encà ros”, un canto scritto negli anni ’70 da Dario Anghilante e Sergio Sodano: le minoranze possono trovarsi in luoghi molto lontani e non essere in connessione tra loro, ma si trovano comunque ad affrontare problemi simili, per questo ogni lingua ha un fuoco ancora acceso sotto la brace.
Il brano è stato molto significativo per la presa di coscienza delle valli occitane alpine piemontesi e, mezzo secolo dopo, il Premio Ostana ha deciso di farlo suonare con una nuova voce.
“Vogliamo renderlo mondiale perché tutte le lingue madri del mondo hanno un fuoco ancora acceso, una brace che in alcuni casi lotta per risplendere, in altri è costantemente alimentata – commenta Ines Cavalcanti, direttrice artistica –. Pensiamo che ci sia il bisogno di occuparsi di tutte queste braci in modo che siano un segno per la coscienza linguistica ovunque nel mondo”. Il brano è stato ri-arrangiato dal Collettivo Artistico Premio Ostana, un gruppo di lavoro che da anni anima e segue il Premio Ostana per la sua parte performativa (Paola Bertello, Flavio Giacchero, Luca Pellegrino, Marzia Rey).
L’intento del gruppo è quello di attualizzare il brano dandogli una nuova veste, ritmata e solare, utilizzando alcuni degli stilemi del mondo tradizionale a partire dalla polivocalità che rappresenta un mondo corale, così come lo è anche il lavoro che sta dietro al Premio Ostana.
Otto le sezioni nelle quali si struttura la rassegna: Premio speciale, Premio internazionale, Premio minoranze linguistiche storiche in Italia, Premio lingua occitana, Premio giovani, Premio traduzione, Premio composizione musicale, Premio cinema. Otto categorie per otto artisti che, accompagnati da un tutor, trascorreranno a Ostana le giornate del 28-29-30 giugno in compagnia del pubblico in un clima di scambio e di convivéncia. Il programma completo, con tutti gli artisti premiati e le loro storie, sarà reso noto nelle prossime settimane.
Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente