La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 16 ottobre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Auxilium Cuneo-Marene si giocherà mercoledì 16 novembre

La Guida - Auxilium Cuneo-Marene si giocherà mercoledì 16 novembre

La decisione della Corte sportiva d’appello territoriale presso la Figc piemontese ha posto fine alla questione: la sfida tra Auxilium Cuneo e Marene valida per il campionato di Prima categoria e non disputatasi per un problema con la tracciatura delle linee del campo sarà rigiocata mercoledì 16 novembre alle 20.30 presso il campo di via San Giovanni Bosco a Cuneo. Respinto, infatti, il ricorso avverso alla decisione del Giudice sportivo da parte della squadra ospite. Questo il dispositivo della sentenza della Corte d’appello:Reclamo della Asdc Marene avverso il provvedimento del Giudice sportivo pubblicato sul comunicato ufficiale di codesto Comitato regionale n. 33 del 27.10.2016, con il quale veniva disposta la ripetizione della gara Auxilium Cuneo-Marene, in origine da disputarsi il 23.10.2016, valida per il campionato di Prima categoria Girone G: "Con il reclamo di cui in oggetto, la società Marene ritiene che il mancato svolgimento della gara contro la società Auxilium Cuneo sia da addebitarsi alla società ospitante, in quanto la stessa non era riuscita nei tempi assegnati dal direttore di gara a tracciare le linee del terreno di gioco in modo tale da consentirne il regolare svolgimento. Afferma ancora la reclamante che l’assegnazione di un termine da parte del direttore di gara alla società ospitante per tracciare correttamente le linee del campo, in base a quanto stabilito dalla “Guida Pratica AIA”, rientrasse nella sua piena discrezionalità, non essendo l’arbitro in tal caso neppure tenuto al rispetto del cd. “tempo di attesa”, previsto dalle norme federali esclusivamente per il caso di ritardo delle squadre nel presentarsi a disputare la gara. Per tali ragioni la reclamante richiede annullarsi la calendarizzazione della gara ad altra data e l’assegnazione della gara persa alla società Auxilium Cuneo. Codesta Corte Sportiva d’Appello Territoriale, letto il ricorso e la documentazione di gara, non ritiene fondate le doglianze della società Marene. La discrezionalità attribuita al direttore di gara nell’individuazione di un tempo necessario a porre rimedio alle irregolarità riscontrate sul terreno di gioco, infatti, oltre a non essere prevista da una norma regolamentare avente efficacia in ambito federale ma unicamente da una guida pratica redatta dall’Associazione Italiana Arbitri, non può prescindere dal rispetto degli ordinari criteri di ragionevolezza, nel caso di specie correttamente individuati dal giudice sportivo in un termine non inferiore alla durata di un tempo di gara. Tale termine minimo infatti, seppure previsto dall’art. 54 delle NOIF per il caso di ritardo della squadra nel presentarsi sul terreno di gioco rispetto all’ora fissata per l’inizio della gara, avrebbe dovuto essere considerato un ragionevole termine di riferimento anche in relazione alla fattispecie di cui si discute. Al contrario il direttore di gara, all’orario previsto per l’inizio dell’incontro, aveva informato le squadre che avrebbe atteso un minimo di trenta minuti per consentire la regolare tracciatura delle linee del campo di gioco e, dopo trentacinque minuti, aveva preso atto che le linee non erano idonee a consentire l’inizio dell’incontro. Per le suddette ragioni, la nuova calendarizzazione della gara appare a Codesta Corte Sportiva la decisione maggiormente rispondente ai principi della giustizia sportiva. Per tali motivi respinge il ricorso di cui trattasi, con addebito alla società ricorrente della tassa di reclamo che non risulta versata".

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.