La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 19 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Il Tenda anche nel Carnevale di Limone

Zandomeni nel testamento non ha risparmiato critiche a nessuno, neppure al Comune che ha lasciato costruire davanti alla cappella di S. Giovanni

La Guida - Il Tenda anche nel Carnevale di Limone

Limone – I turisti sporcaccioni, il tunnel di Tenda ancora chiuso, la seggiovia di Limonetto ferma, la cappella di San Giovanni mortificata dalla costruzione di un palazzo. Tanto e altro ancora è stato “denunciato” nella lettura del testamento di Zandumeni. È il personaggio chiave del Carnevale alpino di Limone che viene decapitato in piazza, dopo il giro del paese in cui sono stati presentati i personaggi della manifestazione (gli sposi, i turchi, il dottore…).  La testa di Zandumeni successivamente viene bruciata e messa in bella mostra su una lunga asta.

È il tipico rito dei carnevali alpini che simboleggia la fine dell’inverno e l’arrivo della primavera. Prima dell’esecuzione, il notaio ha reso noto il testamento di Zandumeni. La lettura è stata tra i momenti più “gustosi” della manifestazione.

Comincia bene con il ringraziamento dell’amministrazione per la gestione dell’alluvione ma poi piovono, come coriandoli, le critiche e le richieste di Zandumeni che testimoniano il sentimento della comunità.

Sono gli ultimi desideri del personaggio, tra i tanti espressi: “Un foglio bianco per il priore perché scriva una novena che faccia arrivare la neve e copra Limone per una stagione intera”; “Un bel cappello per raccogliere soldi per pagare i debiti lasciati dal presidente della Croce Rossa Italiana”; “Una cartina a quelli della LIFT per ricordagli che nel comprensorio sciistico c’è anche Limonetto e di non ricordarsi che esiste solo per fregargli l’acqua (per l’innevamento); il compito a San Giovanni “di far venire la dissenteria a quelli del Comune per aver lasciato costruire davanti alla sua cappella”.

E anche “I governanti che salgono per far la passerella  al Colle di Tenda sappiano che i limonesi non sono sciocchi e non dimenticano le promesse; se al prossimo carnevale il Tenda non sarà aperto rischiano di prendere il posto di Zandumeni”.

Martedì grasso la comunità di Limone per il secondo anno ha rimesso in piedi con successo la manifestazione che si rifà alle antiche feste dionisiache e saturnali in cui si realizzava un totale ribaltamento dell’ordinamento sociale.

Le convenzioni sociali in quelle giornate venivano sospese e in nome dello scherzo e della dissolutezza, ognuno era libero di dire ciò che voleva e lasciarsi andare ad azioni fuori dal comune. E anche l’ultimo degli ultimi poteva sentirsi un re.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente