La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 25 maggio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Cuneo, l’export vola e compensa il calo dei consumi nazionali

Nei dati sull'andamento economico presentati dalla Camera di commercio tanti segnali positivi, che però fanno pesare ancora di più il ritardo infrastrutturale

La Guida - Cuneo, l’export vola e compensa il calo dei consumi nazionali

Cuneo – Una provincia che vale il 15% dell’intera economia piemontese e che produce oltre l’1,1% della ricchezza nazionale, un territorio che lo scorso anno ha attirato 1.850.000 turisti (quasi un terzo in più dell’anno prima) e che con un export a quota 10 miliardi ha raddoppiato i risultati che appena qualche anno fa superavano le aspettative. E se la disoccupazione, già a livelli fisiologici, segna ancora un calo (3,7% con occupazione superiore alla media nazionale per dieci punti percentuali) ecco che il quadro si fa potente, nei numeri emersi dal Rapporto Cuneo 2023 presentato nella mattinata di oggi (lunedì 29 maggio) dalla Camera di commercio.
“Potrebbe sembrare un paradiso ma non lo è del tutto – ha detto il presidente Mauro Gola – perché sulla nostra economia pesa da decenni il problema infrastrutture, accanto all’andamento generale degli ultimi due anni e con un’inflazione che preoccupa di più. Facciamo i conti con un’economia raffreddata sui consumi interni, anche nel rallentamento della filiera edilizia per le questioni bonus e mutui; per fortuna, fa da contraltare un export fortissimo che mitiga il calo interno. Operiamo in filiere lunghe che oggi sono forti e contiamo su fondamentali economici solidi per la nostra provincia. Il ruolo delle istituzioni può essere quello di sensibilizzare i vari attori per sostenere uno sforzo collettivo così grande e per guardare con più ottimismo al futuro. Ne abbiamo gli elementi”.
E in coda a questa riflessione, una battuta emersa nel dibattito successivo: “Ci mancano i collegamenti stradali. Se avessimo le infrastrutture, faremmo impallidire i cinesi… sui mercati internazionali ci sarebbe ancora una C, ma quella di Cuneo, non della Cina”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente