La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 16 ottobre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Piano Periferie, è rottura tra l’Anci e il governo

Protesta per lo stralcio dall'ordine del giorno della Conferenza unificata del ripristino di parte dei fondi nella conferenza unificata. I rappresentanti dei Comuni: “Interrompiamo le relazioni istituzionali”

La Guida - Piano Periferie, è rottura tra l’Anci e il governo

Cuneo – L’Anci, l’associazione dei Comuni italiani, ha lasciato la riunione della Conferenza unificata per protesta contro la cancellazione dall’ordine del giorno del ripristino dei fondi del Bando Periferie.

L’impegno, di ripristinare almeno in parte la dotazione finanziaria a disposizione dei Comuni era stato preso dal premier, Conte, dopo le proteste dell’Anci per il congelamento dei fondi fino al 2020 avvenuto con il decreto Milleproroghe.

Adesso, invece, il nuovo stop. “Ci vediamo costretti come Anci, nostro malgrado, a interrompere le relazioni istituzionali e ad abbandonare la Conferenza Unificata – ha detto il presidente dell’Anci Antonio Decaro lasciando la riunione – I sindaci non si fanno prendere in giro, non sapevo che nel contratto di governo fosse stato deciso di strappare tutti i contratti fra istituzioni”.

L’intesa, aveva spiegato Decaro nei giorni scorsi, prevedeva che il governo stanziasse “i fondi nell’arco di un triennio, sulla base delle effettive necessità dei Comuni” e come affermato dal premier Conte, in una nota, la soluzione scelta era quella di inserire nel primo decreto utile successivo alla conversione del Milleproroghe di una norma che di fatto dia la possibilità di recuperare la realizzabilità dei progetti già in fase avanzata”.

“Conte tradisce l’accordo per le periferie. Dall’ordine del giorno della Conferenza unificata di oggi è stata cancellata l’intesa che avrebbe sbloccato 800 milioni destinati al bando Periferie. Ecco perchè non si potevano sbloccare già in Parlamento, sul decreto milleproroghe che li aveva sottratti: perché non avevano alcuna intenzione di dare quei soldi ai comuni!” Lo scrive su facebook la deputata dem, Chiara Gribaudo, che prosegue “Il Presidente del Consiglio Conte ha tradito l’accordo raggiunto con il Presidente dell’Anci Decaro.

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.