La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 17 dicembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Dalla Fondazione Crt fondi per il restauro di beni artistici nel cuneese

La Guida - Dalla Fondazione Crt fondi per il restauro di beni artistici nel cuneese

Cuneo – Sono 150 i beni mobili e immobili di pregio di Piemonte e Valle d’Aosta che rinasceranno grazie al bando Restauri Cantieri Diffusi della Fondazione Cr Torino. Con 2,5 milioni di euro assegnati, l’edizione 2017 del bando ha sostenuto i lavori di restauro e il recupero dei beni mobili (tele, organi, statue, arredi lignei) e beni immobili, sottoposti a tutela, del Piemonte e della Valle d’Aosta. Il bando di quest’anno ha voluto favorire la fruibilità dei beni da parte di fasce sempre più ampie di pubblico, facilitare l’inserimento del patrimonio artistico-architettonico in specifici programmi di promozione turistica presenti sul territorio, incoraggiare il coinvolgimento attivo della comunità attraverso iniziative di raccolta fondi.Il presidente della Fondazione Cr Torino, Giovanni Quaglia: "Riteniamo sempre più importante coinvolgere le comunità a ‘prendersi cura’, assieme a noi, dei propri beni, attraverso cofinanziamenti o iniziative di raccolta fondi. Il Santuario della Consolata di Torino è un modello a cui ci ispiriamo: per il suo recupero la Fondazione CRT ha attivato, accanto al sostegno diretto, modalità di intervento innovative, quali il matching grant e il fundraising”.“Nell’assegnare i contributi, guardiamo con attenzione alla qualità dei progetti e alla loro sostenibilità e rilevanza per i territori di riferimento – dichiara il Segretario Generale della Fondazione CRT Massimo Lapucci –. ‘Restauri-Cantieri Diffusi’ sostiene capillarmente, da più di dieci anni, il restauro e il recupero dei beni storici, artistici e architettonici presenti sul territorio: un patrimonio del quale vogliamo garantire la tutela, il mantenimento e la fruizione da parte di fasce sempre più ampie di pubblico”.Nel Cuneese gli interventi riguarderanno, tra gli altri, il restauro e risanamento della Confraternita di San Michele in Guarene e il ripristino del tetto della cupola della chiesa della SS. Annunziata di Busca, prima Confraternita di Busca, detta "la Bianca" dal colore dell’abito degli iscritti. Potranno tornare al loro splendore anche la volta del salone del teatro e la volta della sala adibita a palcoscenico presso il Palazzo del Governatore a Mondovì Piazza.In allegato l’elenco completo per ogni provincia: Elenco per comunicato (vnd.openxmlformats-officedocument.spreadsheetml.sheet – 21,34 kB)

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.