La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 21 ottobre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Il marchio Ospitalità Italiana per 268 strutture cuneesi

La Guida - Il marchio Ospitalità Italiana per 268 strutture cuneesi

Vicoforte – Lunedì 6 marzo, presso il centro congressi Regina Montis Regalis del Santuario di Vicoforte, è stato consegnato il riconoscimento "Ospitalità Italiana" 2017 a 268 strutture ricettive e ristorative della provincia di Cuneo, di cui 10 premiate per la prima volta.“Abbiamo la fortuna di vivere in una terra straordinaria, impreziosita da un patrimonio culturale, paesaggistico ed enogastronomico che non teme confronti, dalle cime delle Alpi  alle colline di Langhe e Roero, riconosciute anche dall’Unesco – ha dichiarato Ferruccio Dardanello presidente della Camera di commercio di Cuneo -. Per questo siamo al fianco delle imprese turistiche, per accompagnarle anche attraverso le nuove tecnologie e certificarne il percorso verso la qualificazione dei propri servizi, perché sappiano accogliere quanti scelgono la Provincia Granda per far vivere loro esperienze uniche, puntando sugli asset di maggior valore: l’unicità del nostro paesaggio e la tipicità delle tante produzioni che lo contraddistinguono”."Un marchio di qualità ha una duplice finalità: differenziare nel mercato l’ impresa che lo ha acquisito e garantire al fruitore un servizio di alto livello qualitativo – ha sottolineato Andreino Durando, presidente della Commissione provinciale di valutazione del marchio –. Richiede da parte dell’imprenditore turistico un impegno costante nel mettersi in discussione, nel rivedere l’efficacia delle proprie scelte, nell’investire nelle nuove tecnologie. Le strutture aderenti al marchio ‘Ospitalità Italiana’ dimostrano di aver compreso appieno l’utilità dell’iniziativa, interpretandola come un incentivo ad assumere un atteggiamento più attivo nella gestione del lavoro”.Durante la cerimonia, è stata riconosciuta una menzione speciale a Giovanni Bottero, ex ristoratore di Limone Piemonte, per il suo atto di  solidarietà verso i colleghi di Amatrice: Bottero, titolare fino al 2014 dell’agriturismo “Girasole” in frazione San Bernardo di Limone Piemonte, a titolo gratuito ha offerto a una famiglia di ristoratori, alla quale il terremoto ha distrutto l’attività, il suo locale completamente attrezzato per poter rapidamente ripartire con il lavoro. Hanno risposto alla sua offerta Enrico e Veronica Neroni, entrambi quarantenni, con le loro due bambine, gemelle di cinque anni. La notte del 24 agosto scorso, a causa delle forti scosse del sisma, videro crollare la casa in cui vivevano a Torrita, una frazione di Amatrice e il ristorante “Barcollo” che gestivano assieme da quindici anni. A inizio marzo sono arrivati in Valle Vermenagna, pronti a rimettersi in gioco. Le dieci nuove strutture premiate:Agriturismo Mulino Rosso – CentalloBed & Breakfast  Il Ciabot – SaviglianoHotel  Casa Nicolini – BarbarescoHotel Napoleon – CherascoHotel Le Botti – GuareneHotel Ristorante Chalet Seggiovia – PontechianaleHotel Albergo La Pace di Daniele Cinzia – PradlevesRistorante Da Francesco – CherascoRistorante Vini &Violini – MonchieroRistorante Interno 2 – Saluzzo

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.