La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 21 giugno 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Tutelare la biodiversità e investire sulle produzioni agricole locali

Progetti per rendere gli ambienti agricoli e urbani più adatti alla proliferazione degli insetti impollinatori e tutelare il patrimonio ambientale, alimentare e culturale del made in Cuneo

La Guida - Tutelare la biodiversità e investire sulle produzioni agricole locali

Il nostro territorio e le nostre filiere si caratterizzano per un’elevata attenzione alla sostenibilità ambientale, ma è importante lavorare per limitare ulteriormente i fattori di inquinamento ambientale e rendere gli ambienti agricoli e urbani ancora più adatti alla proliferazione degli insetti impollinatori come api, ma anche bombi, farfalle e molti altri.
Ad esempio, è utile arricchire gli ambienti agricoli e urbani di superfici fiorite che, in periodi diversi dell’anno, riescano a garantire un ottimo approvvigionamento di alimenti per le popolazioni degli insetti indispensabili per l’impollinazione. Ciò renderà l’intero territorio più biodiverso, più resiliente all’azione dei cambiamenti climatici e al tempo stesso più attraente dal punto di vista paesaggistico.
Fra le iniziative virtuose sul tema che coinvolgono una rete più ampia di quella soltanto agricola, c’è il progetto API+ di Fondazione CRC, a cui hanno già aderito circa 200 Comuni della provincia di Cuneo, per la creazione sui territori di ampi spazi fioriti per le api e gli altri insetti impollinatori.
Coldiretti gioca un ruolo fondamentale nel promuovere una visione dell’agricoltura che tenga conto della salvaguardia degli impollinatori e della biodiversità e ha sviluppato nel tempo iniziative di sensibilizzazione di questo tipo.
Cresce fra le aziende agricole cuneesi il ricorso alla lotta integrata e al metodo biologico, ai princìpi di economia circolare e alla “chimica verde” – spiega Coldiretti Cuneo – per preservare l’ecosistema naturale, ridurre al minimo la produzione di rifiuti, risparmiare e produrre energia nel rispetto dell’ambiente.
Proseguono i progetti Coldiretti di gestione responsabile del suolo e cura del paesaggio come “The Green Experience” sulle nostre colline del vino e le filiere vocate a produzioni bio come quella del frumento nel Monregalese-Cebano, dove l’Associazione Terramica ha costituito il primo Distretto del Cibo ad indirizzo biologico in Piemonte.
Si rafforzano, infine, progetti di sensibilizzazione della cittadinanza come “ImpolliniAMO”, che conta una trentina di fattorie didattiche aderenti del circuito “Educazione alla Campagna Amica”.
Ciascuna fattoria aderente – spiega Coldiretti Cuneo – ha ricevuto una miscela di semi di piante mellifere appositamente selezionati per creare una piccola oasi fiorita e un kit per allestire una casetta in legno, la cosiddetta bee hotel (letteralmente “albergo delle api”), che offre un riparo agli insetti utili, insieme ad un pannello esplicativo con indicazioni per contribuire al rispetto dell’ambiente.
L’intento è offrire a bambini, ragazzi e visitatori delle fattorie didattiche l’opportunità di meglio comprendere l’importanza di preservare l’ecosistema naturale. In più – rimarca Coldiretti Cuneo – le fattorie didattiche di ImpolliniAMO partecipano ad attività formative finalizzate ad azioni di valorizzazione della biodiversità.
Un progetto che con piccoli gesti aiuta a sensibilizzare i più giovani su una tematica attuale di grande importanza quale la salvaguardia del patrimonio ambientale, alimentare e culturale inestimabile del Made in Cuneo. Tutelare la biodiversità, infatti, non ha solo un valore naturalistico ma significa anche investire sulla distintività delle produzioni agricole, condizione essenziale per affrontare il mercato globalizzato e standardizzato salvaguardando e costruendo sistemi economici locali attorno al valore del cibo.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente