La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 30 maggio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Antonio Calcagno ufficializza la candidatura a sindaco di Sant’Albano Stura

Nella lista dell’ex primo cittadino dal 1999 al 2004 anche l'ex assessore Antonio Favole

Sant'Albano Stura

La Guida - Antonio Calcagno ufficializza la candidatura a sindaco di Sant’Albano Stura

Antonio Calcagno ufficializza la sua candidatura a sindaco di Sant’Albano confermando l’esistenza della seconda lista. La decisione va a confermare, insieme a quella di Massimo Ravera, primo candidato ad essersi esposto nel panorama delle prossime elezioni amministrative 2024 santalbanesi, quello che era in parte stato già paventato dai rumors di paese. Si attende ora la conferma di una terza candidatura di cui si parla da tempo ma che per ora rimane in stand by.

Calcagno, già vicesindaco nella giunta di Giorgio Bozzano, aveva rassegnato, insieme all’assessore Giuseppe Favole (che entra a far parte dei nominativi della sua nuova lista), le dimissioni per difformità di vedute rimanendo comunque all’interno dell’Amministrazione come consiglieri per poi formare in un secondo tempo un gruppo autonomo. L’amministratore in pensione, classe 1954, ha lavorato come dirigente nella Formazione professionale per diversi anni in Liguria e vanta un passato come sindaco di Sant’Albano dal 1999 al 2004 ed un percorso come consigliere, assessore e vicesindaco.

“L’idea di candidarmi l’avevo presa già da tempo – spiega Calcagno – ma per motivi di salute non mi ero sentito ancora di confermarla. Insieme a Giuseppe Favole abbiamo lavorato molto in questo ultimo mese per poter costruire una squadra pensata a coprire frazioni, aree geografiche, lavoro, capacità, intelligenza e la renderò pubblica nelle prossime settimane. Nel nostro paese serve un indirizzo di trasparenza e soprattutto di collaborazione, di riorganizzazione interna degli uffici da quello tecnico alla ragioneria ma anche il segretario comunale. Non è possibile averlo una sola volta a settimana. Il personale è lasciato allo sbaraglio mentre va guidato. Non sono stati vissuti momenti semplici, e pertanto non possiamo far finta di nulla e lasciar andare tutto alla deriva. Sarà dura perché non ci sono soldi ma cercherò con la mia esperienza di trovarli grazie ai bandi. Ravera è l’uomo di punta in questo momento ma io sono un uomo di esperienza e so come rimettere in ordine le basi”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente