La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 18 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Truffa telefonica del “falso incidente” in una frazione dell’Oltrestura

Telefonate per segnalare incidenti gravi avvenuti a parenti o amici e chiedere denaro. Dalla Polizia municipale di Cuneo il consiglio di “non prestare fede a ciò che viene riferito, mettendosi immediatamente in contatto con le forze dell’ordine”

La Guida - Truffa telefonica del “falso incidente” in una frazione dell’Oltrestura

Al Comando di Polizia Locale di Cuneo sono giunte alcune segnalazioni da parte di cittadini che hanno riferito di essere stati contattati telefonicamente da sconosciuti, sedicenti avvocati che riferendo fatti gravi o incidenti stradali occorsi ai cari delle vittime, hanno tentato di estorcere denaro. A comunicarlo è il Comune con una nota stampa. I fatti sono avvenuti ieri, 28 febbraio, in una frazione dell’Oltrestura. Questo modus operandi, detto del “falso incidente” o “dell’avvocato”, diffuso in tutta Italia, è prevalentemente utilizzato dai truffatori per approcciarsi agli anziani o alle persone sole che, verosimilmente, possano essere raggirate in breve tempo, prima di rendersi conto di quanto stia accadendo e dare l’allarme. “Fortunatamente i tentativi in questione non sono andati a segno – spiegano dalla Polizia Municipale – Il consiglio è di non prestare fede a ciò che viene riferito, mettendosi immediatamente in contatto con un proprio familiare e/o con le forze dell’ordine e, in ogni caso, non permettere mai a persone estranee di entrare in casa. Si invitano le vittime di eventuali casi analoghi a sporgere denuncia”.

Cliccando sul link si puà accedere a un ilmato recentemente realizzato per sensibilizzare gli anziani sul tema. Il video è stato realizzato all’interno della campagna di sensibilizzazione “Anziani antitruffa”, promossa dal Comune di Cuneo in collaborazione con il Comando Provinciale Carabinieri di Cuneo e la Cofoperativa Sociale Emmanuele. Collegamento:  Le regole d’oro per difendersi dalle truffe (youtube.com).

 

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente