La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 18 aprile 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Sanità piemontese in profondo rosso, solo il Santa Croce si salva

Il deficit si aggirerebbe intorno ai 400 milioni, al limite con il commissariamento, i direttori chiamati a limare i bilanci preventivi

La Guida - Sanità piemontese in profondo rosso, solo il Santa Croce si salva

Torino – Sanità piemontese in profondo rosso. Il deficit previsto dai bilanci preventivi inviati in Regione da Aso e Asl da tutto il Piemonte non fa ben sperare: circa 400 milioni di euro di debiti, alla soglia del commissariamento per piano di rientro. Gli incontri continui avvenuti in questi giorni tra direttori generali e uffici dell’assessorato alla sanità regionale raccontano di una situazione tesa e al limite, con molti distinguo tra azienda e azienda ma soprttutto con molto lavoro da fare. I conti saranno ancora da limare fino alla fine del mese di gennaio, perché il deficit previsto è ancora troppo alto, e nonostante l’aumento del fondo sanitario disposto dal Governo i soldi nelle casse del Piemonte non ci sono. Per cui i direttori dovranno ridurre ancora in molti casi le previsioni di spesa, con l’accortezza di non tagliare servizi, ma andnado a ridurre consulenze, doppioni di servizi, appropriatezza e spesa farmaceutica e a potenziare la telemedicina.
I distinguo vanno fatti e ci sono, le aziende torinesi hanno buchi enormi, e su tutti la solirta Città della Salute, il cui debiti sembra si aggirino intorno ai 250 milioni, e anche Asl e Aso cuneesi hanno conti molto diversi l’uno dell’altra: le sue Asl, e in particolare l’Asl Cn1, mentre il Santa Croce e Carle sembra sia l’unica azienda sanitaria piemontese in attivo.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente