La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 20 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Cime montuose tra storia, scienza e forti emozioni

In viaggio tra le cime delle Alpi in compagnia di tre autori espressione di culture e interessi diversi

La Guida - Cime montuose tra storia, scienza e forti emozioni

Un dialogo intenso e suggestivo quello che la cultura  ha intessuto con le nostre Alpi. La grandezza delle cime sollecita l’interesse scientifico, eleva l’animo verso l’infinito, richiama a una bellezza scarna eppure avvolgente. Una bellezza impervia, talora ostile, da conquistare reggendo le sfide del paesaggio per aprire il proprio misterioso mondo. Per questo però è bellezza che affascina e nell’Ottocento rilancia l’idea romantica di eroe, che nel mondo naturale trova spazio per realizzarsi.

Le voci di tre grandi personaggi del passato, che si sono lasciati avvolgere da simile esperienza, sono ora pubblicati in altrettanti volumi dalla casa editrice Grossi. Sono tre autori diversi per cultura e interessi accomunati in tempi diversi dalla conoscenza diretta dell’ambiente alpino di cui colgono aspetti originali, emozioni. Sono tre libri che colgono l’ambiente alpino a cavallo tra Italia e Svizzera, ma ugualmente possono offrire spunti per esperienze al cospetto di qualsiasi altra cima.

Vengono dal Cinquecento le righe che Konrad Gesner, umanista e scienziato, dedica alla catena alpina. Di essa sottolinea la singolarità rispetto a qualsiasi altro ambiente. Pioniere degli studi di botanica negli alti paesaggi, Gesner non si sottrae al fascino delle cime sbottando anche con veemenza: “io dichiaro nemico della natura chiunque giudichi le alte montagne non degne di una lunga contemplazione”.

Dal primo Ottocento arriva la voce di Goethe. Il testo che viene riprodotto riporta il resoconto di quattro viaggi che interessano la catena alpina. Sono per lo più diari in cui lo scrittore annota puntualmente le sue osservazioni circa il paesaggio. Sono considerazione in cui con sempre maggior intensità va rispecchiando il suo animo, unendo anche i propri interessi più scientifici circa rocce e ambiente.

L’attrazione per la montagna si accompagna all’interesse storico di William A.B. Coolidge che nelle sue quasi duemila ascensioni realizzò circa ottanta “prime”. Di lui viene proposto un ricco repertorio storiografico di notizie riguardanti il Monte Bianco. Il libro riporta la data 1091 come primo accenno documentato, seppur di non del tutto certa attribuzione, alla zona del Bianco. L’interesse storiografico non è disgiunto però da quello dell’alpinista che conosce la montagna, il suo ambiente e la sua gente.

L’ammirazione della montagna

di Konrad Gesner

Viaggi nelle Alpi

di Johann W. Goethe

Il Monte Bianco nei secoli

di William A.B. Coolidge

Editrice Grossi

euro 30 (ogni volume)

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente