La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 18 maggio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Violenta grandinata sull’albese, si chiede lo stato di calamità

Forti danni alle coltivazioni e ai vigneti, scattano i sopralluoghi per la stima dei danni, che si annunciano molto ingenti

La Guida - Violenta grandinata sull’albese, si chiede lo stato di calamità

Torino – Sono pesanti i danni della grandinata che si è abbattuta nel pomeriggio di oggi (giovedì 6 luglio) su vaste zone di Langhe, Monferrato e Roero, tra cuneese e astigiano, ma anche nel torinese e nell’alessandrino: per questo la Regione annuncia di aver già attivato tutte le procedure per la richiesta dello stato di calamità. Tra stasera e domani vengono avviati i primi sopralluoghi per la stima dei danni e l’obiettivo è procedere con la massima rapidità, in modo che i risarcimenti non si facciano attendere troppo a lungo per gli imprenditori agricoli colpiti dall’eccezionale ondata di maltempo.
“Dai primi riscontri – si legge nella nota diffusa dall’ente – i danni all’agricoltura risultano importanti. Una iniziale ricognizione dei tecnici dell’Arpa ha stabilito che risultano colpiti in maniera particolare i Comuni di Santena, Poirino e Pralormo nel torinese; Cisterna d’Asti, San Damiano d’Asti, San Giorgio Scarampi, Serole e Roccaverano nell’astigiano; Montà, Santo Stefano Roero, Moltaldo Roero, Canale, Castellinaldo d’Alba, Priocca, Vezza d’Alba, Castagnito, Guarene, Piobesi d’Alba, Corneliano d’Alba, Barbaresco, Neive, Alba, Treiso, Mango, Cossano Belbo, Rocchetta Belbo, Trezzo Tinella, Castino e Cortemilia nel cuneese; Spigno Monferrato, nell’alessandrino. Una mappatura più esaustiva e una valutazione dell’intensità delle precipitazioni è in corso in queste ore. Domani i funzionari dell’assessorato regionale all’agricoltura effettueranno un sopralluogo per valutare i danni e le procedure da attivare a fronte di calamità naturali ed eventi metereologici di tale portata”.
Sui danni del maltempo nella giornata di oggi, prende posizione anche il presidente regionale di Cia Agricoltori Italiani, Gabriele Carenini: “La straordinaria intensità dell’ennesima grandinata verificatasi oggi pomeriggio su vaste zone di Langhe, Monferrato e Roero dimostra la drammatica gravità degli effetti dei cambiamenti climatici sulla nostra agricoltura. È necessario che venga immediatamente dichiarato lo stato di calamità naturale, ma non basta. Bisogna fare in modo che le compagnie assicurative riconoscano il 100% del danno agli agricoltori e, soprattutto, occorre che gli imprenditori agricoli possano assicurare il reddito dell’impresa e non solo le coltivazioni. Nel sistema economico in cui oggi le aziende agricole si trovano a operare, non è accettabile che queste imprese vengano lasciate in completa balìa delle avversità meteorologiche. Nessun imprenditore, in queste condizioni, è in grado di pianificare il futuro della sua azienda”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente