La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 18 maggio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Nuova asta per l’area edificabile di Piccapietra a Madonna dell’Olmo

La zona è stata suddivisa in quattro comparti autonomi, quindi gli interessati non saranno più obbligati a intervenire contemporaneamente sulla totalità dell'area

La Guida - Nuova asta per l’area edificabile di Piccapietra a Madonna dell’Olmo

Cuneo – È stata fissata per martedì 11 luglio alle 15 la nuova  procedura d’asta per l’area edificabile di via Piccapietra a Madonna dell’Olmo. Al fine di rendere più agevole la concreta messa in atto del completamento dell’intervento edificatorio e prevenire ogni degrado dell’area, nell’ambito della Variante Parziale n. 31 al Piano Regolatore Generale del Comune di Cuneo (approvata con  Delibera C.C. n. 9/2022), ora pienamente operativa, ed in vista di questo nuovo esperimento d’asta, si è stabilito che tutto l’ambito di Piano Regolatore Generale individuato come “ATF1.MO1”, già  sottoposto a procedura di Pec (Piano Esecutivo Convenzionato) sia suddiviso in quattro comparti autonomi ed operativi,  non obbligando quindi l’operatore interessato  ad intervenire contemporaneamente sulla totalità dell’area in oggetto e di conseguenza l’edificazione del comparto destinato all’edilizia libera privata, non comporterà l’obbligo di edificare anche nel comparto destinato ad Edilizia Residenziale Pubblica.  Gli interventi edilizi del comparto oggetto di interesse  saranno solo subordinati alla preventiva approvazione del Piano Esecutivo Convenzionata, la relativa Convenzione edilizia da stipularsi con il Comune di Cuneo disciplinerà ogni altro aspetto, compresi tempi e modalità di attuazione dei suddetti comparti.
La Variante Parziale 31 ha riguardato molteplici aspetti urbanistici del territorio comunale, tra essi è stato oggetto di esame anche l’ambito edificatorio  definito “ATF1.MO1”,  ubicato a Madonna dell’Olmo in via Piccapietra. Per tale ambito, realizzato solo in minima parte a causa del fallimento della ditta proponente, erano stati espletati diversi esperimenti d’asta, andati però tutti deserti.
Ricordiamo che, con sentenza del Tar Piemonte pubblicata in data 30.01.2023, è stato respinto il ricorso proposto da diverse Associazioni contro la Variante Parziale n. 31 al PRG. Il Tar ha infatti integralmente condiviso le argomentazioni difensive svolte dal legale di questo Comune ed ha ritenuto infondati tutti i motivi di ricorso avversari, riconoscendo, di fatto, la correttezza delle procedure amministrative messe in atto dagli Uffici Comunali.
Per ogni informazione riguardante la vendita e le modalità di partecipazione alla procedura competitiva si può contattare lo studio del Curatore Fallimentare in Savigliano, piazza C. Sperino n. 1 – tel. 0172-713068, oppure inviando una richiesta all’indirizzo di posta elettronica pautas03@studiopautassi.191.it.
Per eventuali informazioni ed approfondimenti di carattere urbanistico è possibile rivolgersi al Settore Edilizia e Pianificazione Urbanistica, Andrea Fracchia, tel. 0171-444.445, mail:andrea.fracchia@comune.cuneo.it

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente