La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 19 giugno 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

1.600 studenti in un anno a MEMO4345 di Borgo San Dalmazzo

Coinvolte 90 classi provenienti dal Cuneese, Torinese e Astigiano

La Guida - 1.600 studenti in un anno a MEMO4345 di Borgo San Dalmazzo

Borgo San Dalmazzo – Sono 90 le classi della Scuola Primaria, Secondaria di primo e secondo grado che nel corso dell’anno scolastico 2022/23 hanno partecipato alle visite guidate con didattica proposte da MEMO4345, l’allestimento multimediale storico-didattico che dà voce al Memoriale della Deportazione di Borgo San Dalmazzo. Coinvolti più di 1.600 studenti e 150 insegnanti provenienti da tutto il Cuneese, il Torinese e l’Astigiano. Lunedì 5 giugno si è svolto l’ultimo incontro, dedicato alla classe 5^H del Liceo Edmondo De Amicis di Cuneo.

“Durante la sua visita nella nostra Città – ricorda la sindaca, Roberta Robbione -, il Presidente della Repubblica ha evidenziato l’importanza di continuare il lavoro per far conoscere ai giovani delle nostre comunità la Storia della nostra deportazione e i passi che conducono a ritenere “normale” privare donne e uomini dei loro diritti. MEMO4345 assolve a questo bisogno di conoscenza; le ragazze e i ragazzi dopo la visita al nostro percorso museale possono mettere nella loro valigia dei saperi nuovi strumenti per leggere il presente con una più matura consapevolezza”.

Dalla sua apertura nel settembre 2021, sono circa 2.500 gli studenti ad aver fin qui usufruito dell’offerta didattica di MEMO4345. Offerta che ha permesso al percorso gestito da ATL del Cuneese di entrare in relazione e fare rete con vari attori culturali del territorio (Museo dell’Abbazia a Borgo San Dalmazzo, Museo Casa Galimberti a Cuneo, Istituto Storico della Resistenza, Museo dei Racconti di Paraloup) e di condividere esperienze di visita con i tour dedicati alla Resistenza di Cuneo e di Boves.

Secondo Mauro Bernardi, presidente dell’Atl, “MEMO4345 è una realtà museale che affonda le radici nella storia ma che permette allo stesso tempo una fruibilità innovativa proiettandosi nel futuro. I numeri dei visitatori, molti dei quali giovani studenti, confermano il crescente interesse nei confronti di questo sito e del percorso di visita proposto”.

“Un’offerta qualitativamente elevata – continua il direttore dell’Atl, Daniela Salvestrin – gradita anche dal Presidente Mattarella in visita lo scorso 25 Aprile. Ci auguriamo che MEMO4345 possa ancora crescere ed essere visitato dal pubblico locale, dagli studenti e dai turisti, per meglio comprendere una porzione di storia che è necessario conoscere nel nostro presente”.

Durante la seconda parte dell’anno scolastico è stata inoltre testata l’Aula Digitale, una web app disponibile al pubblico su www.memo4345.it che promuove e valorizza l’intenso scavo su fondi archivistici e bibliografici alla base del percorso espositivo, riferito ad un campionario umano della persecuzione antiebraica confluito a Borgo San Dalmazzo dall’intero continente europeo. Lo strumento è pensato in prima battuta come modello di approfondimento per insegnanti sulla tematica della Shoah e come supporto digitale per l’utilizzo in classe e in forma autonoma da parte degli studenti. Contestualmente, la web app apre anche nuove prospettive alla ricerca “Oltre il nome”, condotta da Adriana Muncinelli in collaborazione con Elena Fallo, offrendo la possibilità di stabilire contatti con ricercatori e familiari dei protagonisti interessati a ricevere o fornire informazioni sulle vicende trattate in MEMO4345.

“Trovo molto importante che il patrimonio di documenti, di storie e di testimonianze che MEMO4345 può offrire venga messo a disposizione innanzitutto del pubblico scolastico – commenta Gigi Garelli, direttore dell’Istituto Storico della Resistenza di Cuneo -: il lavoro degli insegnanti nelle proprie classi, innescato dalla visita a MEMO4345 e arricchito dai contenuti digitalizzati, può sostenere con un articolato lavoro di riflessione il coinvolgimento emotivo che la storia della deportazione e dello sterminio suscita, promuovendo un cambiamento duraturo nelle nuove generazioni”.

Per tutta l’estate, il sabato e la domenica, continuano le aperture con visite guidate a MEMO4345. Prenotazioni presso l’Ufficio Turistico IAT di Borgo San Dalmazzo (Tel. +39 0171 266 080 – dal mercoledì al venerdì, ore 08.30 – 12.30 e 14.30 – 17.30 / sabato e domenica ore 09.30 – 12.30) o via mail scrivendo a info@memo4345.it.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente