La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 13 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Sabato 27 maggio la marcia dei piemontesi per la sanità pubblica

Appuntamento a Torino alle ore 14 con il Comitato piemontese per il diritto alla tutela della salute e alle cure

La Guida - Sabato 27 maggio la marcia dei piemontesi per la sanità pubblica

Cuneo – Domani sabato 27 maggio a partire dalle 14 i piemontesi sono chiamati a Torino a una grande “Marcia per la Sanità pubblica” organizzata dal Comitato piemontese per il diritto alla tutela della salute e alle cure. 

Il Comitato che ha lanciato in queste settimane un appello per la sanità pubblica dà anche i numeri di cosa è stata la gestione sanitaria di questi ultimi dieci anni in Piemonte. Più di 2 mila posti letti tagliati, quasi la metà delle visite specialistiche vengono eseguite a pagamento, un quarto degli esami diagnostici sono svolti in strutture private, una sanità territoriale che fa acqua da tutte le parti, ospedali in crisi di personale con i pronto soccorso al limite della chiusura, tenuti in piedi dai carissimi “gettonisti”.E che manchino i letti lo dicono i dati: oggi in Piemonte il tasso medio di occupazione dei letti nei reparti di medicina è del 96,4%, a fronte di un ottimale 80%.

La manifestazione contro il “taglio dei posti letto, blocco del turnover degli operatori sanitari, mancanza di una politica dei servizi territoriali adeguata, incapacità di risolvere il problema delle lunghissime liste d’attesa”, parte da piazza Carducci e arriva fino al grattacielo della Regione e non è una manifestazione di categoria ma unisce un po’ tutti sindacati, associazioni di volontariato e di utenti, organizzazioni professionali, comitati spontanei, pazienti e medici. L’Ordine dei medici di Torino è in prima fila con il presidente Guido Giustetto.

Il 45% delle visite ormai le fa il privato

E ancora una volta sono i numeri a parlare sulla sanità privata che cresce: in Piemonte per spesa privata in sanità si spendono 2,96 miliardi; erano 2,19 miliardi nel 2016, con una crescita tra 2016 e 2021 del 19,1%. Il 45% delle visite specialistiche viene fatto a pagamento: 36% privato puro; 9% con ricorso ad assicurazioni. 27% sono gratuite, per il 28% si paga il ticket. Il 24% degli accessi diagnostici, come le radiografie, è a pagamento: 16% privato puro, 8% spesa assicurativa; 35% gratuite, 41% con pagamento ticket.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente