La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 4 marzo 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Cuneo, disturbo della quiete pubblica in due locali in zona stazione

I titolari delle due attività a processo, dopo che i residenti di via Silvio Pellico e dintorni si sono costituiti parte civile, per episodi nel 2020 e nel 2021

La Guida - Cuneo, disturbo della quiete pubblica in due locali in zona stazione

Cuneo – L’accusa è di disturbo della quiete pubblica e sul banco degli imputati sono finiti S. M. e C. J., i titolari dei locali “Da Mirela” che affaccia su piazzale della Libertà e “Chicken king latino’s” di via Silvio Pellico, accusati dai residenti della via, costituiti parte civile con l’avvocato Claudio Massa, per aver reso le loro notti degli incubi a occhi aperti dato che la musica a volume altissimo rendeva impossibile il riposo. I fatti contestati risalgono al 2020-2021, quando più volte le forze dell’ordine erano intervenute e avevano sanzionato i due locali anche perché sprovvisti delle autorizzazioni per i dehors e per l’intrattenimento con musica, ma la situazione è cambiata solo di recente: “Il sabato e la domenica il vociare iniziava il pomeriggio e andava avanti fino alle 2-3 di notte – ha raccontato uno dei querelanti -, appena le forze dell’ordine andavano via il frastuono ricominciava e se ci affacciavamo ai balconi ci insultavano perché avevamo chiamato chi di dovere”. “Mia madre di 86 anni non usciva più perché aveva paura – ha riferito un’altra testimone -, giocavano a pallone o litigavano e lei aveva paura di essere spinta”. “Anche con le finestre chiuse si sentiva il rumore provenire da entrambi i locali – ha aggiunto un altro testimone -, durante i periodo di restrizioni Covid il sabato sera davano feste danzanti ed erano tutti senza mascherine. Al bar Mirela le casse messe fuori dal locale rimbombavano sotto i portici”. Un testimone che abita proprio sopra il Chicken King ha affermato di poter andare a dormire solo quando chiude il locale, alle 3 o alle 5 di mattina: “È come se fossi dentro il locale con loro perché non è insonorizzato. Ho provato a dialogare con loro ma ai gestori non importava niente e il proprietario dell’immobile diceva che insonorizzarlo costa troppo. Ora con la nuova gestione va un po’ meglio ma l’isolamento andrebbe fatto”. Il processo è stato rinviato al 19 settembre per ascoltare gli altri testimoni.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente