La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 23 febbraio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

L’ex Casa del Fascio femminile rinasce con un progetto di autonomia per disabili

Ospiterà 12 persone che inizieranno un percorso per arrivare a vivere soli e divenire autonomi

La Guida - L’ex Casa del Fascio femminile rinasce con un progetto di autonomia per disabili

Cuneo – L’ex Casa del Fascio femminile verrà recuperata per ospitare unità abitative destinate a 12 persone disabili che inizieranno un percorso di autonomia, non solo abitativa, ma anche lavorativa e di vita. L’edificio, sito in centro città all’angolo tra via Bruni e via Felice Cavallotti, dietro il Cinema Monviso, è di proprietà comunale dal 2014, per effetto di un lascito da parte del Demanio. Il progetto che verrà ospitato, finanziato dal Pnrr, è in capo al Consorzio Socio-Assistenziale del Cuneese ed ha un budget di 715.000 euro.
Per ora saranno sei le persone che inizieranno il percorso di autonomia, alcune delle quali sono state già individuate dagli operatori del Consorzio. Si tratta di quattro ragazze, tutte Under 30, che attualmente vivono in famiglia: una frequenta un centro diurno, le altre stanno seguendo dei tirocini.
L’obiettivo del progetto è portare all’autonomia abitativa questi soggetti, favorendone l’uscita dalla casa dei genitori, aiutandoli a costruirsi un percorso di vita, che passi anche attraverso il lavoro.
In un primo momento il Consorzio aveva pensato a sei diversi appartamenti, dislocati in vari comuni, che potessero ospitare due persone ciascuno e permettere così al territorio di farsene carico. Poi dal Ministero è arrivata l’indicazione che le unità abitative potevano essere al massimo due. A questo punto l’ex Casa del Fascio Femminile è parsa la soluzione migliore, con le sue sei stanze, più una comune, sia al 2 ° che al 3° piano. “Questa ipotesi ha molti lati positivi: lo stabile è in una bella posizione, molto centrale, ed è in buone condizioni tutto sommato, anche se vuoto dal 2001” ha spiegato la direttrice del Consorzio Giulia Manassero, illustrando il progetto in Commissione consiliare.
Il progetto dovrebbe partire da giugno: temporaneamente, in attesa che i lavori alla ex Casa del Fascio Femminile siano realizzati, le persone saranno ospitate in due alloggi a “La Via” di San Rocco Castagnaretta. La selezione delle persone che parteciperanno è stata fatta dagli operatori del Consorzio, che li seguono, li conoscono bene ed hanno individuato quelli ritenuti più adatti per iniziare il percorso e portarlo a termine con successo.
Finiti i fondi Pnrr, nel 2026 salvo proroghe, la ferma intenzione del Consorzio è di mantenere in piedi il progetto, trovando nuove risorse.

 

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente