La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 19 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Martinetti: “Le dimissioni di Azzan? Colpa di Icardi e Cirio”

Secondo il consigliere regionale 5Stelle il partenariato pubblico privato non regge ed è causa della dimissioni

La Guida - Martinetti: “Le dimissioni di Azzan? Colpa di Icardi e Cirio”

Secondo Ivano Martinetti consigliere regionale dei 5Stelle la responsabilità delle dimissioni di Elide Azzan sono del governo regionale ovvero dell’assessore Luigi Genesio Icardi e del presidente Alberto Cirio e della loro scelta di affidare al Partenariato Pubblico Privato la costruzione del nuovo ospedale di Cuneo.

“In assenza di chiarimenti da parte della diretta interessata, – scrive Martinetti – è lecito  pensare che le dimissioni della dott.ssa Azzan siano da attribuire alla  questione del Partenariato Pubblico Privato proposto dal Gruppo Dogliani per il nuovo ospedale di Cuneo… Le responsabilità politiche di questa situazione sono dell’assessore  Icardi e di Cirio che hanno messo in campo un cronoprogramma inattuabile senza nemmeno confrontarsi con il Consiglio regionale, insistendo inoltre sulla pubblica utilità del partenariato proposto”.

Le alternative al privato

Le polemiche sul nuovo ospedale di Cuneo e sulla scelta del Ppp rispetto ai fondi Inail o ex Articolo 20 sono continuate in tutte queste settimane e secondo il consigliere pentastellato albese sopno alla base della scelta di Elide Azzan che non appena tre mesi fa aveva smentito la notizia di una sua partenza.
“Devono essere apparsi ben fondati i nostri rilievi presentati solo poche settimane fa ai vertici aziendali circa l’eccessiva onerosità del progetto e la possibilità di realizzare il nuovo Santa Croce con risorse proprie”  continua Martinetti che seguendo un’analisi comparativa condotta da Roberto Grillanda, ex dirigente della Provincia di Torino, esperto in sanità,  aveva detto che con l’Inail il pubblico avrebbe risparmiato 400 milioni di uero per la nuova costruzione.

“La soluzione – continua Martinetti che presenterà un’interrogazione a Icardi in consiglio regionale – non può essere cambiare i manager in sanità, ma cambiare modo di pianificare la costruzione dei nuovi ospedali. Servono fondi certi da parte della Giunta regionale e non partenariati che rischiano di affossare ancora di più i conti delle aziende sanitarie. Intanto questo episodio mette in luce  l’immobilismo della Giunta sul fronte dell’edilizia sanitaria, il nuovo ospedale è sempre più lontano”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente