La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 20 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Un sogno azzardato che diventa realtà

L’incredibile storia di Crespi d’Adda l’unico villaggio operaio nel Sud Europa

La Guida - Un sogno azzardato che diventa realtà

Ho scoperto Crespi d’Adda assolutamente per caso vagando nella pianura bergamasca. E la sorpresa è stata incredibilmente piacevole, catapultato in una realtà che sa di altri tempi e di altri luoghi, ma allo stesso tempo una bella lezione e un esempio per il presente. Crespi d’Adda è un paese nato dal nulla, oggi patrimonio dell’Unesco perché è un villaggio operaio unico nel Sud dell’Europa, uno straordinario esempio di “città aziendale”, voluta da un industriale illuminato come Cristoforo Benigno Crespi. Fu fondata nel 1877 fra Adda e Brembo, dove Crespi costruisce il suo cotonificio ma anche una città per dare abitazioni confortevoli e servizi per poter usufruire di una manodopera stabile e prevenire il conflitto industriale. Case mono familiari con giardino, ma anche medico, ospedale, chiesa, scuola, servizi, centrale idroelettrica, bagni, centro sportivo, teatro, centro ricreativo: un luogo in cui ogni operaio può trovare ciò che gli serve e anche bellezza.

Il romanzo è una vera e propria saga familiare e racconta questa storia che poteva sembrare un investimento azzardato per un sogno ancora più folle, ma che invece si rivela una straordinaria intuizione. Ci sono Cristoforo e la sua famiglia. E poi c’è la città con tutti gli operai e i lavoratori. E c’è una vita che si sviluppa sull’etica della fatica e su quella del senso della comunità. Un libro davvero da leggere dove si racconta una storia straordinaria e unica ma anche tante storie fatte di amori, gelosie, generosità, sogni, solitudine ma soprattutto una società sospesa tra desiderio di progresso e paura delle novità, sogno di uscire e centralità della famiglia, attaccamento al padrone e istanze sindacali ma dove sempre regna una grande umanità.

Al di qua del fiume

di Alessandra Selmi

Nord

19 euro

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente