La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 15 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Bra, assemblee in Arpa e Abet per i licenziamenti dei “somministrati”

Stato di agitazione indetto dalle organizzazioni sindacali per la situazione che si è creata in questi mesi nelle due aziende

La Guida - Bra, assemblee in Arpa e Abet per i licenziamenti dei “somministrati”

Bra – Giorni di agitazione, con assemblee sindacali oggi (venerdì 27 gennaio), per il licenziamento di oltre cento lavoratori “somministrati” presso le aziende braidesi Arpa Industriale e Abet Laminati, a cui le organizzazioni sindacali chiedono di assumersi la responsabilità sociale “nei confronti delle oltre cento famiglie messe in difficoltà dalle loro scelte imprenditoriali”. I gruppi che nei tre sindacati confederali si occupano di queste nuove forme di lavoro (Nidil Cgil, Felsa Cisl e Uiltemp) sono “impegnati da due mesi in una vertenza volta a bloccare i licenziamenti e per ottenere garanzie occupazionali per coloro che sono già stati lasciati a casa” e dicono “basta con i lavoratori ‘usa e getta’ denunciando gli oltre cento recessi da contratti in somministrazione delle aziende Arpa Industriale e Abet Laminati da agosto a novembre”. I sindacati sottolineano anche che “hanno richiesto l’intervento di Provincia e Comune di Bra per convocare in una riunione le due aziende e le rispettive agenzie fornitrici, le istituzioni si sono spese per agevolare tali incontri, le aziende Arpa e Abet non hanno voluto presenziare ma si sono fatte rappresentare da Confindustria Cuneo”.
“Il risultato di questi due mesi di trattativa con le aziende – spiegano ancora i sindacalisti – è invece complessivamente insufficiente seppur con sfumature diverse tra le due realtà: Abet (550 dipendenti nel 2022, con solo 60 somministrati dei 110 presenti fino ad agosto 2022) sta procedendo con un nuovo progetto imprenditoriale che di fatto se rispettato garantirà l’assunzione di precari con il criterio richiesto dal sindacato (maggiore anzianità e professionalità); Arpa invece (350 dipendenti nel 2022, attualmente 100 somministrati rispetto ai 180 somministrati del 2022) pur procedendo ad alcune assunzioni di precari senza rispettare nessun criterio di anzianità e professionalità ha lasciato a casa i lavoratori precari con maggiore anzianità lavorativa, sostituendoli sulle stesse mansioni e professionalità con nuovi lavoratori ancora più precari. Fatto ancor più grave: nella reintroduzione dei 18 turni che stanno per iniziare a fine gennaio rifiuta la richiesta del sindacato far rientrare i lavoratori con molta anzianità che loro hanno lasciato a casa, ma ci confermano prenderanno nuovi lavoratori. Nidil Cgil, Felsa Cisl e Uiltemp chiedono ad Arpa di far rientrare i lavoratori con maggiore anzianità e a sostegno di questa richiesta aprono lo stato di agitazione”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente