La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 12 aprile 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Riattivata la linea ferroviaria Chivasso – Asti

Circa 500 i passeggeri che hanno apprezzato il fascino del treno a vapore e delle automotrici nel viaggio inaugurale, domenica 2 ottobre

La Guida - Riattivata la linea ferroviaria Chivasso – Asti
Taglio del nastro linea ferroviaria Chivasso-Asti

Cuneo – È stata riaperta ieri, domenica 2 ottobre, la linea Chivasso-Asti, riattivata nell’ambito del progetto “Binari senza tempo” grazie agli interventi di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS), su mandato di Fondazione FS. La ferroviaria del Basso Monferrato ha ripreso vita dopo undici anni di sospensione.
Il primo treno storico, composto da carrozze Corbellini degli anni ’50, è partito da Torino Porta Nuova. La prima fermata è stata a Chivasso: dopo il tradizionale taglio del nastro, il treno, trainato dalla locomotiva a vapore Gr625.017, ha proseguito il viaggio fino alla stazione di Montiglio-Murisengo, dove le autorità locali hanno accolto i viaggiatori.
Un secondo treno, composto da automotrici ALn668 in livrea storica, è partito da Cuneo alla volta di Asti e Montiglio-Murisengo, sancendo la riapertura anche del lato astigiano della tratta.
Circa 500 i passeggeri che hanno potuto apprezzare il fascino del treno a vapore e delle automotrici.
Gli interventi per il recupero della linea Asti – Chivasso sono iniziati nel 2021 e si sono concentrati in particolare lungo il tratto Chivasso-Montiglio Monferrato, dove si trovano le opere d’arte più importanti: partendo da Chivasso si incontrano il ponte che supera il canale Cavour con un’arcata parabolica e poi, subito dopo, il grande viadotto a 17 arcate che attraversa il fiume Po. Attraversando per 351 metri la galleria di Lauriano, si arriva alla Galleria di Brozolo, lunga 2.346 metri e di particolare rilievo ingegneristico.

 

 

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente