La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 24 febbraio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Quattro “Daspo Willy” per gli aggressori del ventenne a Borgo

Il fatto avvenne a fine aprile, nei pressi di un esercizio pubblico: i responsabili non potranno essere in esercizi della zona

La Guida - Quattro “Daspo Willy” per gli aggressori del ventenne a Borgo

Borgo San Dalmazzo – Il Questore di Cuneo, Alfredo Nicola Parisi, ha emesso quattro misure di prevenzione personale (nella categoria dei “Divieti di accesso ad aree urbane”) per limitare le opportunità criminali e dei fenomeni antisociali, per incidere sul livello di sicurezza e di benessere percepiti dalla comunità locale. Su proposta dei Carabinieri borgarini, il Questore ha analizzato l’episodio avvenuto a Borgo San Dalmazzo la notte del 30 aprile, in centro cittadino: quattro persone si erano rese responsabili di un’aggressione nei confronti di un ragazzo nei pressi di un esercizio pubblico, causandogli ferite da prognosi riservata. Il ventenne era stato colpito con un pugno alla testa, senza possibilità di difendersi; uno degli aggressori, quello che aveva sferrato il pugno all’improvviso, era poi tornato in Sardegna. I quattro, considerati pericolosi per l’ordine e la sicurezza pubblica, non potranno avere accesso o stazionare nelle immediate vicinanze di quel locale e a tutti i bar, caffè, gelaterie, pasticcerie ed esercizi simili del territorio comunale di Borgo San Dalmazzo, nella zona in cui sono avvenuti i fatti, per un periodo compreso tra 12 e 24 mesi; la pena, in caso di accertata violazione, sarà la reclusione da sei mesi a due anni e una multa da 8.000 a 20.000 euro (immagine generica).

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente