La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 4 marzo 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Galera per due persone che avevano molestato il cliente di un bar e oltraggiato due poliziotti

La Guida - Galera per due persone che avevano molestato il cliente di un bar e oltraggiato due poliziotti

Cuneo – Erano stati inviati dalla centrale in seguito alla segnalazione di una persona che sosteneva di essere stata molestata da quattro persone al bar Savoia di corso Nizza, e così intorno alla mezzanotte del 30 settembre del 2019, la pattuglia della Polizia era arrivata al dehor del bar e si era avvicinata al tavolo che era stato indicato dalla parte offesa. Delle quattro persone sedute, in mezzo a molte bottiglie di alcolici, solo due  fornirono i propri documenti, mentre gli altri due uomini di origini romene, C.O.  e  A.L.C. noti alle forze dell’ordine, invece si rifiutarono. In particolare C.O. pensò di reagire alla richiesta oltraggiando con insulti i due agenti, mentre A.L.C. fornì false generalità: due condotte che gli sono costate il rinvio a giudizio.
In aula l’ispettore della pattuglia intervenuta ha raccontato di aver ascoltato il racconto della persona offesa, un transessuale che lamentava di essere stato pesantemente insultato e molestato, e di essersi avvicinato al tavolo del bar col collega per prendere le generalità dei quattro uomini, “C.O. inveiva contro di noi dicendo ‘che c…volete, se vuoi ti dò un pugno in faccia’, mentre A.L.C. con atteggiamento di scherno, inizialmente ci disse di andare a chiedere il suo nome ai Carabinieri’ e poi quando gli diedi un foglio di carta su cui scrivere nome e cognome, mi restituì il foglio con un nome falso. Conoscevamo i due uomini e la loro natura pericolosa quando erano sotto l’effetto dell’alcol, e il bar era pieno di persone che avevano bevuto parecchio; per questo avevamo preferito non procedere con l’accompagnamento in Questura e prendere semplicemente le loro generalità”.
Di reati gravi, considerati i precedenti e l’atteggiamento di scherno dei due, ha parlato il pubblico ministero Alessandro Borgotallo che ha chiesto per gli imputati la condanna a un anno e 8 mesi di reclusione, pena sostituita con l’espulsione dal territorio italiano per il periodo di 10 anni; alla richiesta di condanna si è associata la parte civile per i due agenti, che ha chiesto 400 euro di risarcimento, mentre le difese hanno chiesto l’assoluzione ritenendo arbitraria e irrituale la condotta degli agenti che non avevano proceduto con l’accompagnamento in Questura dei due uomini e quindi non avevano chiarito il motivo della richiesta di documenti.  Il giudice ha invece accolto la richiesta dell’accusa e ha condannato C.O. ad un anno di reclusione e A.L.C. ad un anno e 4 mesi di reclusione, disponendo anche il risarcimento di 400 euro ciascuno per i due agenti di Polizia.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente