La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 4 ottobre 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

La siccità fa paura, l’agricoltura ipotizza lo stato di calamità

Alla Regione la sollecitazione per valutare se ci si debba considerare già in emergenza, per le coltivazioni

La Guida - La siccità fa paura, l’agricoltura ipotizza lo stato di calamità

Cuneo – Per la Granda e per l’intero Piemonte il problema della siccità, dopo oltre quattro mesi praticamente senza precipitazioni e anche con gli appelli sempre più pressanti a non sprecare acqua, si annuncia sempre più grave e ora si inizia a parlare anche di stato di calamità: lo fanno le organizzazioni professionali agricole, che chiedono alla Regione di valutare la richiesta di interventi in questa direzione.
In questi giorni Confagricoltura Piemonte ha rimarcato alla Regione “le preoccupazioni delle aziende agricole per la prolungata carenza di precipitazioni su tutto il territorio  piemontese e per le ricadute che ne conseguono. Uno scenario che non sembra destinato a mutare nel breve periodo e che mette  a serio rischio le rese delle produzioni agricole per la campagna in corso”. E così il presidente provinciale e regionale dell’organizzazione, Enrico Allasia, sollecita un intervento, con la richiesta di “verificare, nel più breve tempo possibile, se sussistano le condizioni affinché la Regione dichiari lo stato di  emergenza. La  richiesta scaturisce anche dalla consapevolezza che, qualora le condizioni  di scarsità idrica dovessero prolungarsi ulteriormente, le imprese agricole dovranno  effettuare scelte di coltivazioni meno esigenti dal punto di vista dell’apporto irriguo, che potrebbero determinare conseguenze negative rispetto agli impegni assunti con  l’adesione ad alcuni interventi del Psr (Piano di sviluppo rurale)”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente