La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 12 giugno 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Clima e filiere, importanti sfide per l’agricoltura cuneese

Alla Fiera della meccanizzazione agricola di Savigliano, due convegni con Coldiretti Cuneo

La Guida - Clima e filiere, importanti sfide per l’agricoltura cuneese

Cuneo – Coldiretti Cuneo è tra i protagonisti della 39ª Fiera della meccanizzazione agricola, a Savigliano fino a domenica, e dedica due momenti di riflessione e approfondimento alle sfide del cambiamento climatico e ai progetti di filiera sul territorio, temi di grande attualità e impatto per l’agricoltura della Granda, soprattutto alla luce delle nuove difficoltà legate alla guerra in Ucraina, all’instabilità dei mercati internazionali e all’incertezza sulla sostenibilità finanziaria delle aziende agricole.
Il primo appuntamento, nel padiglione Agrimedia della Fiera, è per oggi (venerdì 18 marzo) alle 10, con il convegno di Coldiretti “Cambiamento climatico: nuove opportunità”. A tracciare il quadro del fenomeno in atto e delle sue implicazioni per la nostra agricoltura sarà un personaggio noto al grande pubblico, Andrea Giuliacci, meteorologo, climatologo, professore universitario e divulgatore sulle reti TV Mediaset. Interverranno, tra gli altri, il delegato confederale di Coldiretti Cuneo e presidente di Coldiretti Piemonte Roberto Moncalvo e il presidente del Cap Nord-Ovest Adriano Cavallito, moderati dal direttore di Coldiretti Cuneo Fabiano Porcu.
“Il cambiamento climatico ha presentato un conto salatissimo alle aziende agricole italiane nel 2021, di oltre due miliardi di euro, con gravi ripercussioni in provincia di Cuneo. È dunque fondamentale, ancor più in considerazione delle grandi incertezze per l’agroalimentare sullo scacchiere internazionale, un radicale cambio di prospettiva per innovare e riorganizzare la nostra agricoltura, allargare orizzonti, ripensare strategie a lungo termine, a cominciare dalla scelta delle colture. Per questo, nel corso del nostro convegno presenteremo alcune esperienze imprenditoriali legate alla coltivazione dell’arachide, del mandorlo, del noce e dei grani antichi, capaci di adattarsi con più facilità al clima che cambia e dunque di garantire maggiore sostenibilità alle nostre aziende”, dichiara il delegato confederale di Coldiretti Cuneo Roberto Moncalvo.
Domani (sabato 19 marzo), alle 15.30, nel padiglione Agrimedia della fiera si terrà il convegno “Grano Piemonte: una storia da raccontare”, organizzato da Confartigianato e Coldiretti e dedicato alla filiera del grano 100% piemontese, corta e controllata. “Grazie al progetto di filiera ‘Grano Piemonte’ che abbiamo lanciato con il Consorzio Agrario del Nord-Ovest – ricorda Moncalvo – sono già stati seminati oltre 6.500 ettari in Piemonte per valorizzare l’oro giallo e ottenere prodotti da forno con farine locali. Una risposta concreta alle esigenze dei consumatori, sempre più attenti alla provenienza degli ingredienti, e un incentivo alle agroindustrie nazionali perché prediligano prodotti Made in Italy, invertendo la rotta dell’ultimo decennio che ha visto scomparire in Italia un campo di grano su cinque perché molte industrie hanno preferito acquistare per anni, in modo speculativo, sul mercato mondiale anziché approvvigionarsi con prodotto nazionale”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente