La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 23 aprile 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Un giallo che svela il volto di una città tra i corridoi del tribunale

“False apparenze” singolare giallo dell'avvocato cuneese Claudio Streri

La Guida - Un giallo che svela il volto di una città tra i corridoi del tribunale

Il ricordo di una mostra alla National Gallery dà la chiave di volta per comprendere il romanzo di Claudio Streri. La tecnica divisionista, si dice, “atomizzando con i suoi punti di colore, è il mezzo più idoneo a restituirci la complessità e insieme la profonda unità dell’essere”. Messa lì a metà della storia, senza un esplicito rimando alla trama che si sta svolgendo, deve far sospettare subito che non sia osservazione casuale, ma anzi possa illuminare la comprensione del romanzo.
Infatti tutti i particolari che si sono accumulati, e continueranno a farlo nel corso della narrazione, non servono solo alle indagini. Vanno riportati a un disegno unitario più ampio appunto “per restituirci la complessità e insieme la profonda unità”. In altre parole, il problema non è solo scoprire l’omicida di Antonia Castelli, facoltosa signora molto conosciuta in città, né scagionare il marito Savovic. Tutti aspetti non secondari, certo, ma la questione è un’altra.
Si tratta piuttosto di sollevare il velo sulla vita a Isolieta, città di provincia, ai piedi dei monti, con portici, parco e fiume. Città dall’esistenza apparentemente tranquilla, dove non succede nulla che stravolga un ordine ormai dato per scontato, magari anche invidiato dal di fuori. È evidente però cosa si nasconda dietro il nome fittizio, perché si sa “nomen omen”. Stiamo dunque al gioco dell’autore: altro che “isola lieta”. Dal caso delittuoso si arriva al nuovo volto della città: “oggi l’equilibrio è saltato. Isolieta è oramai da tempo una città senza progetto, ma ora ha perso anche l’anima”, scrive un giornalista e rincara la dose consigliando di cercare tra “interessi prepotenti” la chiave per il delitto eccellente. Lungo questa direttrice il romanzo non è certo tenero con Isolieta.
Ma singolare appare anche l’impostazione dell’intero giallo. Affida infatti le “indagini” non già al solito commissario di turno, bensì a un avvocato, Andrea Salani. Tutto l’intreccio si svolge nei corridoi del tribunale o negli uffici dei magistrati secondo un canovaccio che l’autore ben conosce.
Lo stesso linguaggio si pone fuori da schemi consueti. Sa infatti calare il lettore in un lessico inusuale per il genere, a tratti tecnico, ma ugualmente avvincente, perché l’autore  non perde mai di vista l’intreccio.

 

False apparenze
di Claudio Streri
ArabaFenice
17 euro

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente