La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 20 giugno 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

L’acquedotto Calso ha un nuovo presidente: Mirko Spinardi

Ex sindaco di Farigliano, recentemente nominato nel consiglio generale della Fondazione Cr Cuneo

La Guida - L’acquedotto Calso ha un nuovo presidente: Mirko Spinardi

Dogliani – La Calso SpA (la società che riunisce i Comuni dell’acquedotto Langhe Sud Occidentali) dopo 12 anni di “governance” di Marco Botto cambia presidente. A decretarlo il voto dell’Assemblea dei soci che ha scelto di comune accordo, di dare mandato rappresentativo al geometra Mirko Spinardi. Un anno d’oro per il quarantasettenne ex sindaco di Farigliano, reduce da un’altra recente nuova nomina che lo ha portato ad entrare a far parte del Consiglio generale della Fondazione CRC. Insieme a lui altri 4 membri eletti: Andrea Genta di Bra, persona esperta nell’ambito dei rifiuti, l’avvocata Alessandra Golinelli con studio a Mondovì, Peperone Gianmario di Monforte d’Alba, dirigente della Sam Spa azienda di impianti per la produzione di conglomerato bituminoso di Alba e Isabella Valletti commercialista di Dogliani ex assessore comunale durante il mandato di Bernardino Chiappella, dove si era occupata nell’introduzione della differenziata nel paese. La prassi vuole che siano individuati anche due rappresentanti dei Piccoli Comuni e la presidente Franca Biglio ha proposto l’avvocata Golinelli e Peperone. “Si tratta di un Consorzio storico e sano – dice Ugo Arnulfo sindaco di Dogliani, Comune maggior azionista nella Spa – e di questo ringrazio quanti hanno lavorato fino ad oggi per renderlo tale. Le loro esperienze e i loro consigli non andranno persi, siamo disponibili a collaborare e a lavorare nella stessa direzione in un’ottica di crescita ulteriore adeguando le decisioni alle esigenze attuali”. “La politica non è la mia mission – conclude Mirko Spinardi – ma amo il mio territorio e se posso impegnarmi a dare una mano per migliorare “casa nostra” non posso esimermi. E’ successo tutto così velocemente e la proposta mi è giunta inaspettata. Il mio compito ora sarà quello di mantenere l’eredità acquisita nel pieno rispetto e come punto fermo puntando ad uno studio più approfondito per il miglioramento della stessa”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente