La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 15 dicembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Il primo passo per il nuovo ospedale

Con l'approvazione dell'ordine del giorno il consiglio comunale ha detto sì al nuovo ospedale unico. Il sindaco Borgna: “Con questo voto la nostra comunità ha raccolto una grande sfida”

La Guida - Il primo passo per il nuovo ospedale

Cuneo – Lunedì 19 novembre il consiglio comunale ha approvato all’unanimità (32 voti favorevoli) l’ordine del giorno che, di fatto, rappresenta il primo atto ufficiale con cui la città di Cuneo dichiara l’intenzione di avviare l’iter per il nuovo ospedale unico.

“Con questo voto – ha detto il sindaco Federico Borgna – la nostra comunità ha raccolto una grande sfida: quella di immaginare la realizzazione di un nuovo ospedale unico a servizio della città e del territorio. Una sfida che prevede due fasi: la prima – quella da percorrere più rapidamente – è la candidatura del progetto ai finanziamenti statali, la seconda, è ragionare sulla collocazione della nuova struttura, immaginando lo sviluppo futuro della nostra città nei prossimi 30-40 anni”.

 L’ordine del giorno di indirizzo è stato presentato dall’ufficio di presidenza della commissione temporanea comunale in merito all’analisi dei fabbisogni e prospettive della sanità cuneese e del futuro dei presidi ospedalieri Santa Croce e Carle, che si è riunita nel corso del 2018.

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.