La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 16 novembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Marello: “Chiudiamo l’Asti-Cuneo finché non la finiscono!”

Il sindaco di Alba invita a un'eclatante manifestazione: il 15 novembre interrompere il traffico autostradale al casello di Govone

La Guida - Marello: “Chiudiamo l’Asti-Cuneo finché non la finiscono!”

Cuneo – Il sindaco di Alba Maurizio Marello invita a una eclatante protesta, interrompere il traffico autostradale al casello di Govone e chiudere quel che è attibo della Asti-Cuneo finché non sia completata. Lo scrive in una lettera aperta inviata al ministro dei trasporti Danilo Toninelli, al Gruppo Gavio concessionario, al presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino, al presidente della Provincia Federico Borgna, ai sindaci della Granda e a tutti i cittadini di Langa e Roero.

“Lo scorso 26 settembre – scrive Marello – siamo stati ricevuti a Roma dal ministro dei Trasporti Danilo Toninelli. Abbiamo chiesto il celere inizio dei lavori di completamento dell’autostrada Asti-Cuneo anche perché l’Europa ne ha autorizzato i lavori. Il ministro ci ha detto che voleva aprire un confronto con la concessionaria per definire il tutto e trovare una soluzione più favorevole ai territori e non al Gruppo Gavio. E’ trascorso un mese e nulla è accaduto e mi risulta che nessun confronto sia stato aperto. Ciò detto credo che sia finito il tempo dell’attesa responsabile. Siamo presi in giro da 30 anni. Adesso basta. Propongo di ritrovarci tutti al casello di Govone per giovedì 15 novembre 2018 alle ore 10 per interrompere il traffico autostradale.
Lo chiedo anche alle associazioni di categoria, industriali, commercianti, artigiani, agricoltori, autotrasportatori.
Chiudiamo noi questa autostrada della vergogna finché non ci dicano con certezza quando inizieranno i lavori per il suo completamento. Adesso basta”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.