La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 26 settembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Cuneo a Parigi per un Iran libero

La città è stata rappresentata dal presidente del Consiglio comunale di Cuneo Antonio Pittari

La Guida - Cuneo a Parigi per un Iran libero

Cuneo – Una marea di proteste cominciate verso la fine del 2017, in Iran, ha scosso non solo il paese stesso, ma il mondo intero. Migliaia di protestanti hanno occupato strade e piazze pretendendo un cambio di regime, e aborrendo quello clericale in vigore attualmente: è la nazione stessa che attraverso slogan come “morte a Khamenei e Rouhani!” chiede inesorabilmente un cambiamento. Il 30 giugno si è tenuto a Parigi il dodicesimo raduno annuale “per un Iran libero”, durante il quale sono stati commemorati i caduti del massacro del 1988, anno in cui il regime iraniano giustiziò in modo extra-giudiziale migliaia di prigionieri politici. Cuneo, città medaglia d’oro alla resistenza,  da diversi anni ha sostenuto il lavoro del presidente del consiglio alla resistenza iraniana Marjam Rajavi. Alla quale è stata consegnata l’anno scorso la cittadinanza onoraria della città. La città è stata rappresentata dal presidente del Consiglio comunale di Cuneo, Antonio Pittari, il senatore del Partito Democratico, Mino Taricco e la presidente dell’Anpi, Ughetta Biancotto. “L’Anpi non può esimersi da questi momenti storici perché i valori della democrazia e della Libertà sono comuni a tanti popoli oppressi e in cerca di giustizia e di equità sociale!” dice Ughetta Biancotto, presidente Anpi Provincia Cuneo.

 

 

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.