La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 10 dicembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Confreria si aggiudica il Palio delle frazioni

Successo per la manifestazione di sport e amicizia che nel fine settimana ha radunato centinaia di persone a San Benigno

La Guida - Confreria si aggiudica il Palio delle frazioni

San Benigno – È Confreria ad aggiudicarsi l’edizione 2018 del Palio delle Frazioni, che nel fine settimana per il tredicesimo anno consecutivo ha riunito gli otto paesi dell’Oltrestura in una grande festa di sport e amicizia. Nei dodici tornei con 336 partite giocate tra sabato e domenica, oltre alla “corrida” di venerdì sera, Confreria si è imposta con 113 punti complessivi; all’assegnazione di coppa e premio hanno fatto seguito caroselli fino alla piazza del paese e campane a festa. Un primo posto davanti ai padroni di casa (110) e a San Pietro del Gallo (105); ha sfiorato il podio Passatore (104), a seguire Ronchi, Roata Rossi, Madonna dell’Olmo e Cerialdo. I premi fair play sono stati assegnati a San Pietro del Gallo per il calcio, a San Benigno per il volley senior e a Confreria per il volley junior; applausi ed emozione anche con il “Premio Cuore” a Paolo Garino e Francesco Barberis. Un fine settimana finalmente estivo, con una partecipazione eccezionale, grazie anche a sole e caldo, oltre all’entusiasmo che ogni anno fa del Palio una festa colorata e sentita.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.