La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 19 settembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Tangenziale di Fossano, la protesta si fa sempre più forte

Un anno fa il crollo, otto mesi dopo la riapertura a corsie ridotte e senza mezzi pesanti: il Comune vuole farsi sentire

La Guida - Tangenziale di Fossano, la protesta si fa sempre più forte

Fossano – Cresce lo scontento per la situazione irrisolta della tangenziale di Fossano, con il suo cavalcavia crollato su via Marene un anno fa (il 18 aprile 2017, senza fare vittime, distruggendo una vettura dei Carabinieri che stavano effettuando controlli stradali; nella foto sopra) e con le risposte che non arrivano sulla ricostruzione.
La circonvallazione è stata riaperta, dopo otto mesi di forti disagi per la viabilità nell’area fossanese, ma con il divieto ai mezzi pesanti e a una sola corsia per senso di marcia. La giustizia sta facendo il suo corso: la relazione dei periti tecnici alla Procura è prevista per fine maggio e pone al centro le ipotesi di problemi costruttivi, sono attese anche le relazioni dei consulenti scelti dai dodici indagati (addetti e tecnici di Anas, Itinera e altre due aziende coinvolte nella realizzazione, conclusa due decenni fa).

Davide Sordella, sindaco di Fossano
La situazione spinge alla protesta, guidata dal sindaco di Fossano, Davide Sordella (nella foto), che lancia una prima iniziativa per lunedì prossimo: “Cari concittadini – si legge in un suo post su Facebook -, la tangenziale di Fossano continua ad essere un enorme problema senza risposte, come chiediamo da tempo la deve riaprire l’unico responsabile che è lo Stato Italiano. Vogliamo unirci in una protesta comune per il bene della città? Noi iniziamo lunedì mattina con una conferenza stampa aperta al pubblico alle 9 in Comune. Chi ha voglia, tempo e possibilità di esserci è il benvenuto. Queste battaglie per la città non hanno colore”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.