La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 18 giugno 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Giornate Fai di Primavera

Sabato 24 e domenica 25 marzo, visite guidate e aperture straordinarie in dodici siti storico artistici della Granda

Abbazia di Staffarda

Cuneo – Saranno dodici i siti storico-artistici della provincia di Cuneo aperti al pubblico sabato 24 e domenica 25 marzo, in occasione della 26ª edizione delle Giornate Fai di Primavera. Un’opportunità unica per scoprire oltre mille tra i luoghi più belli d’Italia, che saranno visitabili con un piccolo contributo libero, volto a sostenere la Fondazione e le sue iniziative.
A Cuneo sarà proposto l’itinerario “Cuneo, fra ‘700 e ‘800”. Gli Apprendisti Ciceroni del Liceo Artistico “Ego Bianchi” e del Liceo Classico e Scientifico “Pellico – Peano” guideranno i visitatori alla scoperta del Teatro Toselli, un tempo monastero dei Cappuccini con annessa chiesa, accompagnando le comitive anche dietro le quinte. Sul versante opposto del centro storico sarà aperta la Confraternita di Santa Croce, uno dei gioielli barocchi della città, oggetto di una recente campagna di restauro. Ai soli iscritti al Fai sarà poi riservata la visita di Palazzo Gondolo della Riva e, solo sabato mattina su prenotazione, del piano nobile del Palazzo della Prefettura.
A Fossano, sabato 24 marzo spalancherà i battenti il Palazzo del Comandante, sede della banca cittadina.
A Savigliano, saranno fruibili Palazzo Taffini e Palazzo Muratori-Cravetta, con visita al Múses, l’Accademia europea delle essenze. Sabato pomeriggio verrà inoltre organizzata una passeggiata per la città, con narrazione dei luoghi storici e artistici a cura dei volontari Fai (ritrovo alle 16 a Palazzo Taffini). Domenica 25, nel pomeriggio, si potrà visitare la Gipsoteca “Davide Calandra”.
A Revello, il Gruppo Fai di Saluzzo propone, dalle 11,20 alle 17,30 di domenica 25 marzo, la visita all’Abbazia di Santa Maria di Staffarda, una delle prime abbazie cistercensi in Piemonte. Il percorso si snoderà tra il chiostro con giardino, il refettorio, la sala dei lavori e la sala capitolare, con attori e figuranti in costume del “Gruppo Storico Saluzzese”. Agli iscritti al Fai sarà riservata l’accesso ai locali convenutali del complesso, mai aperti al pubblico.
Al Castello della Manta, unico bene Fai della provincia di Cuneo, si potranno ammirare anche la Sala degli Alberi, appena inserita nel circuito di visita, e il recupero del pavimento della Sala delle Grottesche. Gli iscritti al Fai potranno inoltre ammirare il giardino sulle mura del maniero.
Per informazioni: delegazionefai.cuneo@fondoambiente.it o tel. 0171-67575.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.