La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 22 settembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

I pendolari Cuneo-Torino chiedono più attenzione

Orari e ritardi, disponibilità di convogli, sicurezza. Tra le richieste c'è sempre il raddoppio della Cuneo-Fossano, nodo per la mobilità in treno

La Guida - I pendolari Cuneo-Torino chiedono più attenzione

Cuneo – Un incontro per riportare al centro dell’attenzione le esigenze quotidiane di chi raggiunge in treno il capoluogo regionale per studio e lavoro: nella mattinata di oggi (sabato 17 febbraio) l’amministrazione comunale ha incontrato i rappresentanti del comitato Gruppo pendolari linea Cuneo-Torino.
Tra i temi affrontati: il problema dei ritardi sui treni regionali, la questione della sicurezza sia a bordo sia sulla linea, l’eventuale ripristino di alcune tratte ferroviarie soppresse (tra cui la Saluzzo-Savigliano e la Cuneo-Mondovì) e l’intervento – da sempre auspicato – per il raddoppio della linea Cuneo-Fossano. Il confronto ha riguardato soprattutto la necessità di velocizzare la tratta Cuneo-Torino dando una cadenza oraria ai treni, senza fermate di scambio nella stazione di Fossano.
“Il raddoppio sulla Cuneo-Fossano è un nodo strategico – hanno detto Mauro Mantelli, assessore comunale ai trasporti, e Tiziana Revelli, presidente della relativa commissione consiliare (nella foto durante l’incontro con Renata Bollati e Claudio Menegon del comitato -. L’intervento è stato inserito nell’accordo di programma fra Regione e Rfi: spingeremo perché i lavori diventino una priorità e ci faremo portatori delle istanze del comitato presso la Regione e l’Agenzia della mobilità, con cui stiamo lavorando al ridisegno di un sistema unico del trasporto urbano che dovrebbe promuovere l’interconnessione tra i diversi mezzi del traporto pubblico. Per quanto riguarda la questione sicurezza interesseremo la Prefettura sulla necessità di aumentare i controlli su alcuni convogli”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.