La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 22 luglio 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Incidenti stradali, 58 vittime nel 2017 sulle strade della Granda

Aumento significativo rispetto al 2016, quando i morti erano stati 33. Gli automobilisti deceduti sono 36, i motociclisti 12, 8 i pedoni e 2 i ciclisti

La Guida - Incidenti stradali, 58 vittime nel 2017 sulle strade della Granda

Cuneo – Tornano ad aumentare, e in modo significativo, i morti per incidenti stradali sul territorio della Granda: il 2017, secondo i dati raccolti e diffusi dalla Provincia, si è chiuso con il bilancio di 58 vittime della strada negli ultimi dodici mesi, mentre nel 2016 erano state 33 (il livello minimo negli ultimi vent’anni). I numeri sono tornati in linea con il 2015, quando i morti sulle strade cuneesi furono 55. “L’andamento altalenante degli ultimi anni – si legge nella nota diffusa dalla Provincia – sembra confermare il permanere del problema della sicurezza stradale in Granda, un territorio che per estensione, mancanza di grandi vie di comunicazione ed autostrade, distanza tra i centri abitati e morfologia, registra un tasso di mortalità stradale superiore alla media”. In dettaglio, tra i 58 morti lo scorso anno (quasi cinque al mese, in media) 36 erano automobilisti e 12 motociclisti; coinvolti anche pedoni (8 morti) e ciclisti (2 casi). Secondo i riscontri dell’ente, “gli incidenti sono avvenuti soprattutto di giorno e per spostamenti lavorativi, ma anche all’imbrunire quando cala la visibilità o nella tarda notte; paradossalmente sono stati molto meno frequenti durante la brutta stagione piuttosto che in estate, in particolare a giugno (12 morti) e a luglio (9 morti), mentre l’unico mese senza decessi è stato marzo. Prevenzione, controlli e prudenza restano gli strumenti principali per combattere il fenomeno”.Negli ultimi quindici anni c’era stato un calo continuo, grazie a più sensibilizzazione sul problema, più controlli, patente a punti: nel 2000 le vittime furono 122, 115 nel 2001; nel 2002 e 2003 furono 116; 105 nel 2004; 83 nel 2005; 71 nel 2006; 78 nel 2007; 72 nel 2008; 57 nel 2009; 68 nel 2010; 51 nel 2011 e nel 2012; 48 nel 2013; 42 nel 2014, poi la risalita nel 2015, con 55 morti.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.