La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 21 luglio 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

L’Italia candiderà il Parco Alpi Marittime all’Unesco

Il ministro dell'ambiente Gian Luca Galletti "orgogliosi di essere capofila nel progetto"

La Guida - L’Italia candiderà il Parco Alpi Marittime all’Unesco

Cuneo – “Dopo un lungo confronto con i nostri partner francesi e del Principato di Monaco, siamo orgogliosi di essere capofila nel progetto per fare delle Alpi del Mediterraneo un patrimonio dell’umanità. Sarà l’Italia il presentatore ufficiale della candidatura Unesco che comprende i due Parchi delle Alpi Marittime e del Mercantour.” A dichiararlo è il ministro dell’ambiente, Gian Luca Galletti, che annuncia l’impegno diretto dello Stato per la creazione di una grande area transfrontaliera protetta a livello internazionale. “Abbiamo scelto – prosegue Galletti – di schierarci in prima persona a favore di questo progetto, che al momento ha pochi eguali per dimensione e significato. Anche per questo, e data l’importanza del nostro Paese per la numerosità e l’importanza dei suoi patrimoni Unesco, abbiamo deciso che la prima firma sulla candidatura dovesse essere italiana, perché avesse alle spalle tutta la nostra esperienza e la nostra reputazione.”“L’impegno diretto italiano per la candidatura delle Alpi del Mediterraneo è una splendida notizia. Ringrazio il ministro Galletti e il governo per essersi messo a disposizione di questo grande progetto per la tutela di un’area che ha un patrimonio non solo naturale, ma anche culturale e storico unico al mondo – dichiara la deputata cuneese Chiara Gribaudo -. Il 13 luglio a Roma, insieme al presidente del Parco, Paolo Salsotto, avevamo potuto apprezzare la grande considerazione in cui il ministro stava tenendo le Alpi Marittime. Oggi possiamo dire che quell’impegno è stato totalmente confermato. Adesso occorre il lavoro di tutti, istituzioni locali e nazionali, associazionismo e società civile, per dare forza a questa grande opportunità per il nostro territorio e far vivere la candidatura nelle nostre città e nei nostri paesi, come sapientemente, in passato, è riuscita a fare la comunità delle Langhe”. “Se è stato possibile costruire questa questa candidatura, e se come ci auguriamo si riuscirà a raggiungere un risultato che consentirà al nostro territorio di fare un salto di qualità e di eccellenza innanzitutto nella tutela della natura, nel turismo e nella valorizzazione del paesaggio – conclude Gribaudo – è grazie a chi, per moltissimi anni, ha lavorato quotidianamente nel Parco delle Alpi Marittime”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.