La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 11 dicembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Il Comune di Cuneo invita a segnalare i gatti randagi

La Guida - Il Comune di Cuneo invita a segnalare i gatti randagi

Cuneo – Il Comune, in collaborazione con la Lida – Sezione Comunale di Cuneo e la Sezione Enpa di Cuneo, invita i cittadini a comunicare all’Ufficio Tutela animali del Comune (tel. 0171-444580) la presenza di colonie feline sul territorio. Le comunicazioni devono possibilmente pervenire prima che il numero dei componenti delle colonie raggiunga livelli di guardia, per consentire al Comune di reperire le risorse necessarie per le sterilizzazioni ed al personale veterinario incaricato di controllare la proliferazione delle colonie stesse in tempi rapidi. Pur prendendo atto della buona volontà di cittadini meritevoli che si prendono quotidianamente cura dei gatti, si ricorda che la sterilizzazione delle colonie feline è necessaria a contenere gli effetti di una proliferazione di esemplari che a lungo andare richiederebbe uno sforzo che difficilmente potrebbe essere assicurato dal volontariato.«Proprio per questo motivo negli ultimi due anni – dichiara l’Assessore alla Tutela Animali Paola Olivero – abbiamo provveduto ad assicurare il trattamento a circa 70 gatte (nel 2016 si è anche provveduto all’apposizione di microchip e all’effettuazione dei necessari test FIV/FeLV)».

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.