La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 26 settembre 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

I Carabinieri denunciano gli autori di cinque truffe

La Guida - I Carabinieri denunciano gli autori di cinque truffe

Cuneo – Negli ultimi giorni i Carabinieri si sono occupati di una serie di cinque truffe perpetrate ai danni di alcuni cittadini, individuando e denunciando gli autori. Ad Alba, i Carabinieri hanno denunciato un pregiudicato 45enne di Moncalieri (To) per truffa aggravata ai danni di un pensionato 84enne albese appassionato di auto d’epoca. La vittima, proprio per la sua passione, aveva reperito sul web alcuni parti di ricambio introvabili per auto d’epoca e aveva versato una caparra di 500 euro al venditore che, subito dopo avere incassato i soldi sulla sua carta prepagata, era sparito dalla rete e al telefono non rispondeva più. I militari lo hanno però identificato e denunciato. A Borgo San Dalmazzo, nei guai è finito un pregiudicato 35enne di Cuneo, denunciato dai Carabinieri per truffa a un agricoltore 40enne di Borgo San Dalmazzo, al quale, spacciandosi falsamente per essere il proprietario di un trattore, aveva venduto il mezzo agricolo incassando 10.000 euro. Subito dopo però l’acquirente scopriva che quel trattore era intestato a un altro agricoltore estraneo ai fatti e che non aveva alcuna intenzione di vendere il suo mezzo. A quel punto l’indagato raggirava una seconda volta la vittima, dandogli due assegni per un valore di 10.000 euro. Si trattava però di assegni tratti da un conto corrente già da tempo estinto e quindi privi di copertura fondi.A Savigliano, i Carabinieri hanno denunciato per insolvenza fraudolenta un 60enne di Biella che, nei giorni scorsi, aveva ordinato e ritirato alcuni bancali di pellet da un commerciante 30enne saviglianese pagandolo però con un assegno da mille euro risultato appoggiato a un conto corrente bancario già chiuso e privo di copertura fondi. Sempre a Savigliano i militari hanno indagato sul conto di un pregiudicato 60enne di Torino che aveva comprato piante ornamentali da un imprenditore del luogo pagandole, anche in questo caso, con un assegno non coperto da 1.500 euro e per questo è stato denunciato per il reato di insolvenza fraudolenta. Infine, ancora a Savigliano, un 26enne operaio saviglianese aveva acquistato sul web una stufa a pellet pagandola 400 euro a un venditore che, dopo avere incassato i soldi con un bonifico bancario, era letteralmente sparito. I Carabinieri sono risaliti alla sua identità, si tratta di un pregiudicato 24enne di Monza, denunciandolo per truffa aggravata.           

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.