La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 20 maggio 2018

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Truffe telematiche sempre in agguato, sette denunce

La Guida - Truffe telematiche sempre in agguato, sette denunce

Cuneo – Con la presenza sempre più forte di Internet e delle nuove tecnologie nella vita di tutti i giorni, si moltiplicano i casi di truffe telematiche: in questi giorni i Carabinieri nella Granda hanno denunciato sette persone, per casi avvenuti a Borgo San Dalmazzo, Fossano e Alba. A Borgo San Dalmazzo un pensionato 65enne aveva pagato 650 euro per un generatore di corrente, messo in vendita on line da un 28enne torinese: quest’ultimo, pregiudicato, è stato denunciato dai Carabinieri per truffa. A Fossano, vittima un altro pensionato, un 60enne: cercava affari sul web e ha comprato un I-Phone, pagandolo 650 euro, ma poco dopo non c’era più traccia del venditore, né ovviamente dello smartphone. Le indagini dell’Arma hanno portato a un 30enne di Barletta. Ancora a Fossano un altro pensionato, 75enne, che aveva acquistato con bonifico (600 euro) un biglietto aereo, trovandolo a un prezzo concorrenziale, ma senza poi riceverlo: l’autore del raggiro, in questo caso, era un 47enne modenese. Dalla città degli Acaja, infine, i Carabinieri hanno denunciato anche una coppia di pregiudicati di Taranto (46 anni lui, 32 lei) che avevano diffuso tramite Internet un’inserzione per un appartamento al mare: si erano fatti versare 300 euro di caparra, ma all’appuntamento in Liguria non si era presentato nessuno. Sono così scattate le indagini, che hanno portato a identificare i due. Due casi anche ad Alba, entrambi portavano a Pescara: un personal computer pagato 850 euro da un operaio 35enne albese a una 30enne e una bicicletta da corsa pagata oltre mille euro a un pregiudicato 44enne, di cui si erano poi perse le tracce.Ecco alcuni consigli dei Carabinieri per evitare le truffe on line: utilizzare software e browser aggiornati e completi; per gli acquisti accedere a siti ufficiali o certificati; prima di completare l’acquisto verificare sempre che il sito indichi partita Iva, telefono fisso, indirizzo e altri dati dell’azienda; leggere feedback e commenti di altri acquirenti; su tablet e smartphone usare app ufficiali dei negozi on line; meglio, in caso di acquisti, servirsi di carte di credito ricaricabili; prestare attenzione ai fenomeni del phishing e smishing (trappole per rubare informazioni personali riservate e numeri di codici, anche via mail).

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.