La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 15 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

San Giovanni segna l’inizio dell’alpeggio, ma il meteo non aiuta

Una pratica preziosa per la zootecnia e per l'ambiente. In Granda almeno 350 alpeggi, dalle Marittime al Monviso

Cuneo

La Guida - San Giovanni segna l’inizio dell’alpeggio, ma il meteo non aiuta

Oggi (lunedì 24 giugno) è la festa di San Giovanni, che per tradizione – pur compromessa quest’anno dal maltempo – segna l’inizio della stagione estiva in alta quota per le mandrie, pronte all’alpeggio e agli effetti benefici di questa pratica della zootecnia tradizionale, sia per i capi e la produzione lattiero-casearia sia per l’ambiente. Secondo i dati diffusi da Arpa (Associazione regionale allevatori Piemonte) sono circa 100.000 i capi bovini che nella settimana di San Giovanni si avviano alla transumanza verso gli alti pascoli in Piemonte; un fenomeno che quest’anno, più che mai, deve fare i conti con un meteo complicato. Sono 1.250 le località d’alpeggio oltre alle stazioni di monticazione extraregionali: alcuni allevamenti piemontesi alpeggiano infatti in Valle d’Aosta e altri ancora in Francia, oltre il colle di Tenda e il colle della Lombarda. Alle mandrie si accompagnano le greggi di ovicaprini, che nel 2023 hanno interessato oltre 105.000 capi, di cui 86.000 pecore (tra cui Frabosana-Roaschina, Sambucana e delle Langhe) e circa 20.000 capre, provenienti da un migliaio di allevamenti; numeri che aumentano ancora tenendo conto dei circa 1800 equidi (1.120 asini, 103 muli, 576 cavalli) portati in 482 località d’alpe da 554 allevamenti regionali. I dati vedono in testa la provincia di Cuneo, con 350 alpeggi distribuiti dalle Marittime al Monviso. Il ritorno a valle è previsto, per tradizione, con la data del 29 settembre, San Michele.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente