La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 19 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

LaGemma Venture srl, nuova società d’investimenti nata su impulso della Fondazione Crc

L'obiettivo è di attrarre in provincia le migliori startup a livello italiano

Cuneo

La Guida - LaGemma Venture srl, nuova società d’investimenti nata su impulso della Fondazione Crc

 LaGemma Venture s.r.l. è la nuova società d’investimenti nata a marzo 2024 a Cuneo, su impulso della Fondazione Crc, con l’obiettivo di creare un hub di investimenti e di crescita basato in provincia di Cuneo e capace di estendere la propria operatività a livello nazionale ed europeo. La mission di LaGemma Venture è attrarre in provincia le migliori startup a livello italiano, per aiutarle a crescere all’interno di percorsi di accelerazione e investimento realizzati in collaborazione con partner riconosciuti.
Capitali, risorse e mentoring sono le basi su cui LaGemma Venture opera per sviluppare percorsi finalizzati a far crescere il valore economico e sociale delle startup accelerate, con l’obiettivo di generare un impatto positivo sostenibile dal punto di vista sociale ed ambientale, coniugando innovazione e responsabilità sociale per promuove un miglior benessere sociale e salvaguardare l’ambiente.
Il consiglio di amministrazione de LaGemma Venture è costituito da Enrico Collidà (presidente), Carlo Comino e Claudia Martin (consiglieri) e Gian Marco Genta (revisore contabile). A supporto del CdA si è insediato un comitato tecnico consultivo presieduto da Roberto Giordana (direttore generale della Fondazione Crc) e formato da Bartolomeo Salomone (presidente di Ferrero e direttore generale della Fondazione Ferrero), Davide Tinelli (amministratore delegato di Fondaco Sgr), David Bassani e Andrea Galassi (general partners di Maia Ventures) e Laura Orestano (ceo di SocialFare).
Ad oggi sono numerose le aziende che hanno aderito come partner di LaGemma Venture: Fonti Alta Valle Po (Acqua Eva), Albertengo, Aurora Naturale, Baladin, Bio Poplar, eViso AI for commodities, GAI, JoinFruit, Michelis, Monge, Olimac, Rivoira Giovanni & Figli, San Bernardo, Golosità dal 1885 (Sebaste), Valgrana e Venchi.
LaGemma Venture metterà a disposizione conoscenze ed esperienze e investirà, nell’arco temporale di 4 anni, fino a un milione di euro l’anno nelle start up selezionate per il programma di accelerazione: tutte le informazioni disponibili sul sito https://www.lagemmaventure.it/it/.
LaGemma AGRIFOOD24 For A Sustainable Planet è la prima call4future lanciata da LaGemma Venture, in collaborazione con SocialFare IS Incubatore Certificato, per attrarre le migliori idee e far emergere il loro potenziale su quattro aree di sfida: agricoltura, filiera alimentare, alimentazione, economia circolare.
La call si rivolge a startup italiane nella fase seed, con un prototipo validato o con un modello di sostenibilità economica già sperimentato, cui offrire, oltre al programma di accelerazione, un investimento cash fino a 160 mila euro in cambio di una quota del capitale sociale fino al 16% e l’accesso ad un prestigioso network di mentor e advisor.
La call4future LaGemma AGRIFOOD24 è aperta fino al 29 settembre: sarà possibile candidarsi compilando il form disponibile sul sito www.lagemmaventure.it. Nei mesi di ottobre e novembre le migliori startup candidate saranno sottoposte a colloqui tecnici e il consiglio di amministrazione de LaGemma Venture selezionerà entro fine novembre quelle in cui investire. Il programma di accelerazione partirà il 13 gennaio 2025 e si concluderà il 20 maggio 2025 con l’investor day.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente