La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 13 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Sanità, scuola, lavoro, welfare, ambiente, economia, cultura, infrastrutture, turismo, sport… sono 17 i punti cardine del centrodestra

Alberto Cirio: Potenziamento delle assunzioni negli ospedali, rivoluzione del Centro unico di prenotazione per abbattere le liste d’attesa, riattivazione delle linee ferroviarie dismesse

Cuneo

La Guida - Sanità, scuola, lavoro, welfare, ambiente, economia, cultura, infrastrutture, turismo, sport… sono 17 i punti cardine del centrodestra

Diciassette temi, dalla sanità ai trasporti, dalla scuola al lavoro, dal turismo alla cultura. Nelle 70 pagine del programma del presidente uscente Alberto Cirio le parole d’ordine sono crescita, inclusione, sostegno, innovazione, investimenti, competenze, digitale, transizione sostenibile.

Per quanto riguarda la sanità, punto chiave dei programmi di tutti i candidati alle regionali, nel programma viene annunciato il potenziamento delle assunzioni e un piano per abbattere le liste d’attesa che passa attraverso la rivoluzione del Cup con nuovi operatori per raddoppiare la capacità del sistema, ma anche con l’attivazione di visite e ambulatori 7 giorni su sette e con percorsi di prenotazione dedicati a categorie di pazienti. Nel programma anche la realizzazione di nuovi ospedali; l’aumento dei posti letto nei pronto soccorso con incentivi economici e di carriera per i medici della Medicina di Emergenza e Urgenza; l’implementazione della telemedicina e della sanità digitale; nuovi investimenti sulla ricerca sanitaria e biomedica; la revisione della rete ospedaliera attraverso reti differenziate per patologia; la redazione di un nuovo Piano socio-sanitario.

Grande spazio è dedicato al capitolo infrastrutture, con la riattivazione delle linee ferroviarie dismesse Cuneo-Saluzzo-Savigliano entro gennaio 2025 e della Ceva-Ormea nel 2028. Per quanto riguarda i trasporti annunciata anche l’attivazione della Tessera dello studente per consentire agli under 26 di viaggiare gratis sui mezzi pubblici (prima in via sperimentale a Torino per poi estendersi in tutto il Piemonte), l’attivazione di servizi di trasporto a chiamata per le persone che devono raggiungere gli ospedali e il rinnovo degli autobus con mezzi più green.

Per il mondo scuola il programma del governatore uscente prevede di instituire un corso per l’insegnamento della sicurezza sul lavoro nelle scuole, aumentare il capitolo di bilancio destinato all’edilizia scolastica, confermato anche l’impegno per la copertura integrale delle borse di studio agli universitari.

Capitolo corposo del programma è dedicato al welfare con l’incremento del fondo Scelta Sociale a favore di anziani e disabili non autosufficienti; potenziamento delle risorse per i contributi ai caregivers familiari e delle misure per favorire la natalità; prolungamento degli orari degli asili nido; progetti di autonomia giovanile.

Il programma prevede poi l’attivazione di cantieri di lavoro per i disoccupati per la manutenzione delle case popolari, progetti di portinariato sociale, misure di fiscalità e finanza di filiera per i settori emergenti, programmi di riduzione dell’Irap per le imprese che investono in Piemonte e la creazione di un fondo a capitale misto per la tutela delle Pmi.

Annunciato anche l’aggiornamento del Piano regionale della qualità dell’aria, il rafforzamento delle filiere agroalimentari regionali, l’aumento degli investimenti di sostegno alle attività commerciali e del rilancio di quelle artigiane.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente