La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 22 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Gli agricoltori sono i custodi dell’ambiente

Quasi la metà del suolo provinciale (45%) è curato dai coltivatori, che si occupano anche della manutenzione

La Guida - Gli agricoltori sono i custodi dell’ambiente

Entrerà in vigore il 29 marzo 2024 la Legge 24/2024 che riconosce la figura dell’agricoltore come “custode dell’ambiente e del territorio”.
La nuova norma nazionale sancisce un importante cambio di prospettiva: l’agricoltore non è più soltanto un produttore di alimenti, ma viene identificato come un attore chiave nella salvaguardia degli ecosistemi naturali e della biodiversità.
“Una buona notizia che punta sulla necessità di un adeguato riconoscimento sociale, culturale ed economico del ruolo dell’attività nelle campagne – evidenzia Coldiretti Cuneo -. D’altra parte gli agricoltori cuneesi custodiscono quasi la metà (45%) del suolo provinciale con una costante opera di manutenzione che assicura la produzione di cibo e la tutela dei cittadini dal dissesto idrogeologico”.
Il lavoro agricolo rappresenta anche un argine alla perdita di biodiversità. Secondo i dati raccolti dall’associazione di categoria cuneese, dalle 8.000 varietà di frutta presenti in Italia si è scesi oggi a poco meno di 2.000 e di queste ben 1.500 sono considerate in pericolo anche per effetto dei moderni sistemi della distribuzione commerciale che privilegiano le grandi quantità e la standardizzazione dell’offerta.
La Legge 24/2024 istituisce, infine, la “Giornata nazionale dell’agricoltura” la seconda domenica di novembre, per “far conoscere – come stabilisce l’art. 6 – il ruolo fondamentale dell’agricoltura, che nelle sue fasi di semina, cura, attesa e raccolto incarna l’essenza della vita e la cui pratica è fondamentale al soddisfacimento dei bisogni primari dell’uomo e al raggiungimento del benessere economico, ambientale e sociale del Paese. L’obiettivo è puntare l’attenzione sui valori e sulle esternalità positive della nostra agricoltura e rendere i cittadini più consapevoli delle funzioni di questo comparto in termini di presidio e cura del territorio”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente