La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 22 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Liceo Pellico-Peano: “Non ci sono motivi per dubitare delle condizioni della scuola”

Il dirigente Alessandro Parola si rivolge agli studenti dopo gli atti di vandalismo di oggi (mercoledì 15 maggio)

Cuneo

La Guida - Liceo Pellico-Peano: “Non ci sono motivi per dubitare delle condizioni della scuola”

Il dirigente del Liceo “Peano-Pellico” Alessandro Parola, nel pomeriggio di oggi (mercoledì 15 maggio), ha scritto un messaggio ai propri studenti, che è poi stato ulteriormente diffuso dai rappresentanti d’Istituto sulla pagina Instagram della scuola, in merito ai crolli e ai danneggiamenti volontari che si sono verificati in questi giorni. In giornata, infatti, sono stati individuati i colpevoli del crollo della quadrotta in corridoio e, ora, Parola invita tutti alla collaborazione per vivere al meglio e senza pericoli il tempo a scuola.
“Oggi doveva esser il giorno del rientro a scuola e del ritorno alla normalità per tutti. Così non è stato, per via di quanto successo prima in un corridoio, dove le infiltrazioni di acqua piovana proveniente dall’area del cantiere hanno fatto cadere una quadrotta di compensato di controsoffitto, e poi, nell’intervallo, in una classe, dove un alunno ha confessato di aver provocato la rottura e il crollo di un’altra quadrotta. Il tutto è stato ripreso e ovviamente fatto ampiamente circolare, insieme ad altre immagini della scuola che dimostrerebbero le condizioni di pericolo e insicurezza generale. Vorrei che fosse chiaro che sono io stesso a voler farvi venire in una scuola senza rischi. Altrimenti non l’avrei chiusa per tre giorni. Dobbiamo quindi essere uniti nel pretendere maggiore sicurezza da chi ce la deve assicurare ed essere però anche ragionevoli nel riconoscere che non ci sono motivi per dubitare delle condizioni attuali della scuola e sulla possibilità di frequentarla come abbiamo fatto fino ad ora. Invito tutti a riflettere e non compiere scelte avventate”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente