La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 30 maggio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Tessa Polder è la nuova centrale della Cuneo Granda Volley

L'olandese, classe '97, è alla terza stagione in Italia dopo aver giocato a Perugia e Pinerolo. “Sono già stata in città e mi è piaciuta tantissimo”. Nei giorni scorsi la società ha ufficializzato anche l'arrivo del libero Sara Panetoni

Cuneo

La Guida - Tessa Polder è la nuova centrale della Cuneo Granda Volley

Tessa Polder sarà la seconda centrale della Cuneo Granda per la stagione 24-25 e farà coppia con Agnese Cecconello. Polder, originaria dei Paesi Bassi, classe ’97 (27 anni), ha già giocato due stagioni in Italia. È stata infatti a Perugia e a Pinerolo, collezionando solo nella scorsa stagione con la maglia pinerolese il 43.3% di attacchi vincenti su un totale di 349 tentativi, 57 muri vincenti, 218 punti in 29 partite giocate.

La neobiancorossa ha debuttato nel 2013 con il Talent Team, squadra olandese, per poi volare in Germania con la Post-Telekom-Sportverein 1925 Aachen, team con cui ha vinto una coppa di Germania e una Supercoppa. L’accelerazione sportiva alla carriera però è arrivata in Francia, prima a livello di club con il Volley Mulhouse Alsace e il Volero Le Cannet. Nella stagione 2020-2021 infatti ha vinto il campionato francese e ha ottenuto anche la coppa di Francia; entrambi titoli vinti nuovamente l’anno successivo.

Polder ha militato anche nei circuiti internazionali, con la nazionale dei Paesi Bassi dal 2016; con questa maglia ha vinto anche la medaglia d’argento agli europei di volley nel 2017. In precedenza è stata convocata dalle giovanili della nazionale olandese, in particolare nelle categorie Under 18, Under 19 e Under 20.

I punti di forza della numero 5 biancorossa sono due. Il primo è l’esperienza: a 27 anni ha già avuto un buon percorso sportivo, giocando con squadre e campionati molto diversi tra loro. Questo vuol dire anche che dovrebbe aver maturato una capacità di adattarsi velocemente ai vari gruppi di giocatrici, il che potrebbe fare la differenza in un gruppo giovane e assemblato da poco come quello cuneese.

Il secondo è l’altezza: 189 centimetri possono dare consistenza alla difesa di Cuneo, specie se alternati ai 190 centimetri di Agnese Cecconello. La stessa risorsa può anche essere usata in attacco per scavalcare il muro avversario. In questo senso sarà fondamentale trovare l’intesa vincente con Noemi Signorile.

Sara Panetoni 

Classe 2000 (24 anni), alta 174 centimetri, originaria di Ravenna: queste le informazioni essenziali di Sara Panetoni, la nuova libero della Cuneo Granda.

Nel percorso sportivo della neo biancorossa ci sono tutti gli step canonici per arrivare alla massima serie. Panetoni infatti ha debuttato in serie B1 con la maglia della Teodora Ravenna, nel 2014. La stagione 2016-2017 l’ha trascorsa sempre a Ravenna, ma con l’Olimpia.

Il talento è stato notato e infatti la stagione successiva (2017-2018) è stata ingaggiata dalla Conad Olimpia Teodora Ravenna, che militava in serie A2.

Dal 2018 al 2020 ha giocato per due stagioni nel Club Italia, debuttando in A1 nella prima stagione. Qui, tra l’altro, ha conosciuto Enweonwu, attuale schiacciatrice di Cuneo, Francesca Scola, palleggiatrice e l’ex coach di Cuneo Massimo Bellano.

Dopo questa esperienza nel giovane Club Italia, che nel ’20 è retrocessa in serie A2, la libero 24enne è stata ingaggiata da Il Bisonte Firenze, team con cui ha giocato per ben tre stagioni, maturando esperienza nella massima serie. L’ultimo impegno è stato con la maglia di Vallefoglia, la scorsa stagione.

Nel suo ruolo, Panetoni ha un talento riconosciuto anche a livello internazionale. Nel 2019, con la maglia della nazionale italiana femminile, oltre a vincere il titolo europeo è stata nominata miglior libero del torneo. La serie A1 è diversa dai campionati giovanili, tuttavia i riflessi, la lettura del gioco e la copertura del campo ci sono: questi elementi non possono che migliorare la difesa della Cuneo Granda, che spesso non è stata all’altezza nella stagione appena terminata.

 

Sandro Marotta

 

 

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente