La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 30 maggio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Si lamenta del pitbull libero, insultata e minacciata dai vicini

Marito e moglie sono a processo per la situazione causata a una donna, che poi ha lasciato quel condominio a Carrù

Carrù

La Guida - Si lamenta del pitbull libero, insultata e minacciata dai vicini

La vicina di casa aveva protestato perché lasciavano il loro cucciolo di pitbull libero di girare nel cortile condominiale senza guinzaglio e museruola e perché abbaiava spesso, soprattutto di notte; per tutta risposta X. E. e Q. A., marito e moglie di origini albanesi residenti in un piccolo condominio di Carrù, l’avrebbero ripetutamente insultata e minacciata tanto da indurla a trasferirsi e per questo sono stati denunciati e rinviati a giudizio al tribunale di Cuneo, dove è in corso il processo. In aula sono stati chiamati a testimoniare gli altri condomini testimoni delle liti e dei tentativi di aggressione alla donna. “Prima i rapporti erano buoni ma a inizio 2021 avevano preso un pitbull ed erano iniziati i problemi, il cane abbaiava soprattutto di notte e girava nel cortile senza guinzaglio e museruola”, ha riferito in aula uno dei vicini di casa, parte offesa in un altro processo per minacce sempre a carico di marito e moglie. Una sera di aprile ci fu un’accesa discussione sul pianerottolo fra Q. A. e la parte offesa costituita in giudizio: “Si sentiva tutto attraverso le porte di casa – ha raccontato il teste -, la proprietaria del cane era con la figlia piccola sulla porta e diceva che sarebbe arrivato suo marito e l’avrebbe ammazzata di botte. Mi stupì sentire anche la figlia piccola dire che sarebbe venuto non solo il papà ma anche altri a picchiarla. Poi scese il vicino dal piano di sopra a calmarle perché stavano spaventando sua figlia piccola”. Qualche tempo dopo l’uomo fu testimone di un’altra lite fra la vittima delle minacce e la coppia: “Erano sui rispettivi balconi che sono adiacenti e i due insultavano pesantemente la signora dicendole che doveva andare via da lì; lui le diceva ‘esci che ti ammazzo di botte’ e intanto cercavano di colpirla col manico di una scopa. La situazione è andata avanti per circa due mesi e mezzo fino a quando la signora non si è trasferita. Anche io mi sono lamentato del cane con il proprietario del condominio ma non con l’imputato in persona perché non avevamo buoni rapporti, anche un altro vicino si era lamentato ma non diceva niente per quieto vivere”. In aula però il vicino in questione ha negato di essersi mai lamentato per via del cane: “Non mi dava fastidio, tutt’al più faceva qualche guaito, ma non l’ho mai visto girare in cortile libero senza guinzaglio”. Anche un altro vicino ha negato di aver mai sentito i due coniugi minacciare la vicina di casa, e di aver sentito – la sera della lite sul pianerottolo – solo delle offese reciproche tra la due donne, placate in seguito all’intervento di un altro condomino. Di percezione di pericolo ha invece parlato un’amica della parte offesa: “Vedevo la mia amica agitata, mi raccontava degli insulti che riceveva, delle minacce, del cane che le faceva paura; una sera uscendo da casa sua vidi il vicino che era fuori sul pianerottolo e mi guardava con uno sguardo che mi aveva raggelata”. I testimoni di difesa verranno ascoltati nell’udienza del 16 gennaio prossimo.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente