La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 16 giugno 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Auxilium Cuneo-Castellettese, gara persa ai locali e due anni di squalifica al calciatore

Nel dispositivo del giudice sportivo presso la Figc Cuneo anche una squalifica fino a fine giugno per l'allenatore dei padroni di casa

La Guida - Auxilium Cuneo-Castellettese, gara persa ai locali e due anni di squalifica al calciatore

In seguito alla sospensione della sfida tra Auxilium Cuneo e Castellettese, gara del campionato di Terza categoria, il giudice sportivo della Delegazione di Cuneo ha deciso, come ampiamente preventivato, di assegnare gara persa all’Auxilium Cuneo con il punteggio di 3-0, di squalificare fino al 30 giugno 2026 il calciatore Andrea Salvatico e fino al 30 giugno 2024 l’allenatore Francesco Criscuolo”. In calce riportiamo lo stralcio del comunicato ufficiale della Figc cuneese:

“Dal referto gara si rileva che:
• al minuto 18º del secondo tempo l’arbitro ammoniva per la seconda volta il giocatore SALVATICO ANDREA (AUXILIUM CUNEO) che alla notifica del provvedimento di espulsione reagiva raccogliendo il pallone da terra e con forza, trattenendolo fra le mani, colpiva al volto e più precisamente sul naso l’arbitro causandogli alcuni istanti di stato confusionale con caduta a terra e dolore al naso.
• l’arbitro si rialzava sotto shock per l’accaduto e non essendo più nelle condizioni psico-fisiche idonee per il dolore al naso mancanza di lucidità per proseguire la direzione della gara emetteva il triplice fischio di fine gara e cercava di dirigersi verso gli spogliatoi.
• Non avendo con se le chiavi dello spogliatoio l’arbitro non poteva accedervi e fuori dal terreno di gioco veniva fermato dal signor CRISCUOLO FRANCESCO allenatore della società AUXILIUM CUNEO che gli intimava di ritornare in campo per continuare la gara e gli impediva di passare allargando le braccia e per poter passare era costretto a spostarlo fisicamente per un braccio.
• Rientrato nello spogliatoio l’arbitro richiedeva del ghiaccio alla società CASTELLETTESE e si accorgeva di sanguinare dal naso.
• Mentre si apprestava ad uscire dallo spogliatoio per abbandonare l’impianto vedeva che all’uscita erano posizionati un centinaio di sostenitori di entrambe le squadre che discutevano animatamente ed erano controllati da nutrita presenza di forze dell’ordine.
• Per evitare eventuali ulteriori problemi i Carabinieri facevano uscire il direttore di gara, accompagnato anche dal Presidente della società AUXILIUM CUNEO che si scusava per l’accaduto, da una uscita secondaria dove lo attendeva una loro volante per accompagnarlo in caserma.
• Dopo circa una ora l’arbitro decideva di non ricorrere alle cure mediche del pronto soccorso in
quanto il dolore stava diminuendo e faceva rientro a casa.

Per quanto in premessa SI DELIBERA
• di assegnare gara persa alla Società AUXILIUM CUNEO, oggettivamente responsabile della sospensione dell’incontro (art. 10 comma 1 del C.G.S.) con il seguente punteggio:
AUXILIUM CUNEO – CASTELLETTESE 0 – 3

SQUALIFICA FINO AL 30/06/2026 SALVATICO ANDREA (AUXILIUM CUNEO) alla notifica del provvedimento di espulsione per doppia ammonizione reagiva raccogliendo il pallone da terra e con forza, trattenendolo fra le mani, colpiva al volto e più precisamente sul naso l’arbitro causandogli alcuni istanti di stato confusionale con caduta a terra e dolore al naso e provocandogli stato di shock e mancanza di lucidità per il dolore al naso.

SQUALIFICA FINO AL 30/06/2024 CRISCUOLO FRANCESCO (AUXILIUM CUNEO) per aver cercato di impedire all’arbitro di accedere agli spogliatoi intimandogli di ritornare in campo per proseguire la gara obbligandolo a doverlo spostare per un braccio per poter passare

Ai sensi dell’art, 35 comma 7 C.G.S. la sanzione irrogata deve essere considerata ai fini della applicazione delle sanzioni amministrative a carico della società di appartenenza di cui al C.U. n. 104/A/2014”

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente